Menu Content/Inhalt
Home Page arrow Angelologia
Angelologia
Protezione degli Angeli sui Cristiani contro i demoni PDF Stampa E-mail

Protezione degli Angeli sui Cristiani contro i demoniL’attività del diavolo non deve essere minimizzata, neanche però dobbiamo cadere nell’errore di attribuire a lui tutte le tentazioni. E d’altra parte, non dobbiamo ingigantire il suo potere… Con l’avvento e la morte del Salvatore il potere di Satana venne enormemente limitato. A questo periodo i critici generalmente attribuiscono quelle parole dell’Apocalisse: “E io vidi poi un angelo scendere dal cielo, che aveva la chiave dell’Abisso, e una grande catena nelle sue mani. Afferrò il dragone, il serpente antico, -cioè il diavolo, Satana- e lo incatenò per mille anni (20, 1-2). Il testo citato non significa che le tentazioni degli spiriti del male cessarono durante quel tempo, ma che il potere di Satana e tutti gli eventi furono enormemente limitati. I mille anni, naturalmente, non devono essere considerati letteralmente, ma come indicanti un lungo periodo di tempo… Quando questo lungo periodo fu passato, a Satana fu permesso per un breve tempo di esercitare ancora la sua attività in una ...

Leggi tutto...
 
Radio Vaticana: pregare gli Angeli Custodi non è infantile ma cristiano PDF Stampa E-mail

Pregare gli Angeli Custodi non è infantile ma cristianoNella Festa degli Angeli Custodi, Benedetto XVI ha sottolineato, all'Angelus, che “il Signore è sempre vicino e operante nella storia dell’umanità, e ci accompagna anche con la singolare presenza dei suoi Angeli”. Sull’importanza degli Angeli nella vita dei cristiani e la necessità di una loro “riscoperta”, Alessandro Gisotti ha intervistato don Marcello Stanzione, presidente dell’Associazione Cattolica Milizia di San Michele Arcangelo: R. – Benedetto XVI, quand’era cardinale, il 2 ottobre del 1977, parlando degli Angeli Custodi alla radio bavarese, sottolineò che purtroppo si parlava poco o niente degli Angeli. Il cardinale Ratzinger già allora sottolineò che parlare degli Angeli significava sentire la presenza amorosa di Dio in tutto il cosmo e che non si era infantili nel pregare gli Angeli, ma che era una delle caratteristiche più belle della dottrina cattolica. Da tanti anni, mi occupo di diffondere la devozione agli Angeli e con mia grande gioia da alcuni anni sto vedendo che sempre più nelle parrocchie, ... 

Leggi tutto...
 
Raffaele, l'Angelo accompagnatore del malato PDF Stampa E-mail

Raffaele, l'Angelo accompagnatore del malatoDobbiamo riconoscere, innanzitutto, che la presenza degli angeli nella nostra vita è un atto amorevole della paternità e della provvidenza di Dio verso ciascuno di noi che spesso siamo moralmente e spiritualmente disorientati o, a causa dello stato di vulnerabilità e di debolezza della nostra natura umana, tesi alla riconquista della salute perduta. Stiamo vivendo la triste stagione della malattia. Sentiamo il bisogno di avere un “angelo”, una persona che ci stia vicino e si prenda cura di noi, ci dia forza, coraggio e fede in Dio e nei mezzi della scienza per superare questo momento. L’esistenza e la presenza di angeli speciali, inviati a proteggere la vita degli uomini, non costituisce un potere parallelo a quello di Dio ma, come ho già accennato, esaltano la potenza e la provvidenza del Creatore verso ciascuno di noi. Sappiamo dalla fede e dal Magistero della Chiesa che un angelo ci protegge dalla nascita alla morte, ci guida per le strade del mondo, ci fa sentire la sua voce misteriosa ...

Leggi tutto...
 
ROMA, CITTA’ ANGELICA: LA SEDE OTTIMALE PER IL MEETING ANNUALE SUGLI ANGELI PDF Stampa E-mail
ROMA, CITTA’ ANGELICADi don Marcello Stanzione

 Dopo ben dodici anni che il meeting nazionale annuale  sugli angeli si è svolto a Santa Maria La Nova cioè in una parrocchietta periferica a Campagna in provincia e diocesi di Salerno, da questo 2017 esattamente nei giorni 30 settembre e 1 ottobre  esso si svolgerà a Roma la città angelica per eccellenza presso la basilica di san Giuseppe al Trionfale retta dall’opera don Guanella e in  cui il parroco don Wladimiro Bogoni ha portato un nuovo slancio  al culto di san Michele e degli angeli e si è fatto promotore di tale evento angelologico nella Città Eterna.  A Roma esisteva addirittura un intero quartiere dedicato agli angeli. Oltrepassato Ponte Sant’Angelo, i  pellegrini entravano nella Civitas Leonina, edificata da Leone IV tra l’848 e l’852, dopo la devastazione provocata dal saccheggio dei saraceni dell’846. ...
Leggi tutto...
 
S. Gabriele Arcangelo: la fortezza di Dio PDF Stampa E-mail

S. Gabriele Arcangelo: la fortezza di DioLa Sacra Scrittura nomina l'arcangelo Gabriele esplicitamente per ben quattro volte: due citazioni nell'Antico Testamento, nel libro di Daniele e due nel Nuovo Testamento, nel Vangelo secondo Luca. La prima volta, Gabriele, per ordine di uno sconosciuto certamente a lui superiore, inizia a spiegare una misteriosa visione che il profeta Daniele aveva avuto presso il fiume Ulai in Mesopotarnia. "Mentre io, Daniele, consideravo la visione e cercavo di comprenderla, ecco davanti a me uno in piedi, dall'aspetto d'uomo; intesi la voce di un uomo in mezzo all'Ulai, che gridava e diceva: "Gabriele, spiega a lui la visione" (Dn. 8, 1516). Mentre Gabriele parla il profeta sviene. Nel suo primo annuncio, Gabriele informa Daniele su una successione di potenze che tentano di opporsi al popolo di Dio, ma molto più significativa è il suo ulteriore intervento. La seconda volta Gabriele annunzia a Daniele il tempo della venuta del Messia:

Leggi tutto...
 
S. Raffaele Arcangelo: la medicina di Dio PDF Stampa E-mail

S. Raffaele Arcangelo: la medicina di DioIl Messale Romano di san Pio V (1570) dedicava la festa a S. Raffaele il 24 ottobre. Presso la liturgia orientale non è mai esistita la festa di S. Raffaele. Nel 167 I e nel 1683 un decreto della Congregazione dei Riti ne approvò la festa il 24 ottobre per alcune regioni, mentre Benedetto XV, nel 1921, la estese a tutta la Chiesa. Va menzionata la società di S. Raffaele per la protezione degli emigranti, nata a Genova nel 1898 e diffusasi poi in America ed in molte nazioni europee. "Proteso nel volo a precipizio attraverso il vostro etereo cielo fra mondi e mondi egli naviga, e con le ali tese ora si libra sui venti polari, ora con piume rapide batte l'aria cedevole". Così il celebre poeta inglese John Milton nel "Paradiso perduto" descrive l'arcangelo Raffaele. In ebraico Raphà-el vuol dire "Dio ha guarito" ed infatti, come per ogni spirito buono celeste, Raffaele nega decisamente qualsiasi merito personale.

Leggi tutto...
 
San Gabriele araldo della buona novella (prima parte) PDF Stampa E-mail

San Gabriele araldo della buona novellaPrecedendo di poco Michele, l'angelo Gabriele interviene nel Libro di Daniele (metà del II secolo avanti Cristo): mostrandosi al profeta, egli si manifesta di colpo nella missione che eserciterà in seguito, quella dell'angelo delle divine rivelazioni. E non delle minori, poiché riguardano il tempo della Fine. I suoi due altri interventi riportati dalla Scrittura - nel Vangelo di Luca - si pongono nella stessa prospettiva escatologica. Egli appare al vecchio Zaccaria per annunciargli la nascita di Giovanni Battista, il Precursore di Cristo, il cui leitmotiv sarà: "Pentitevi, poiché il regno dei Cieli è vicino" (Mt 3, 2). Ed a Maria, egli precisa nel momento dell'Annunciazione, parlando del figlio che darà alla luce: "Egli regnerà sulla casa di Giacobbe per (tutti) i secoli, ed il suo regno non avrà fine" (Lc 1, 34).

Leggi tutto...
 
San Gabriele araldo della buona novella (seconda parte) PDF Stampa E-mail

San Gabriele araldo della buona novella

Tali fatti non appartengono esclusivamente ad un lontano passato, e Gabriele non si riserva più l'esclusività nel dispensare dei fiori agli amici di Dio. Il 13 luglio 1923, a Palermo, chinandosi sulla culla della sua piccola Maria Carmelina nata la vigila, la signora Leone nota qualcosa di insolito: Grandemente meravigliata, ella trovò a lato della bambina un soldo d'argento, qualche mezza lira di nickel ed un mazzolino di rose. L'evento sorprese tutti, poiché nessuno in famiglia era capace di spiegarne la provenienza: era questo un dono delicato e discreto di qualche vicino, oppure era questo un dono di Dio, della bontà di Gesù, che manifestava e annunciava a tutti la futura santità della bambina? L'incidente non rimase isolato: "Lo stesso evento (...) si rinnovò quasi tutti i giorni, e, benché fosse sull'allerta, sorvegliando chiunque veniva, era sempre la stessa storia".

Leggi tutto...
 
San Gabriele Arcangelo: la fortezza di Dio PDF Stampa E-mail

San Gabriele Arcangelo: la fortezza di DioLa riforma della liturgia dopo il Concilio vaticano secondo ha unito in un’ica festa gli arcangeli Michele, Gabriele e Raffaele. La Sacra Scrittura nomina l'arcangelo Gabriele esplicitamente per ben quattro volte: due citazioni nell'Antico Testa¬mento, nel libro di Daniele e due nel Nuovo Testamento, nel Vangelo secondo Luca. La prima volta, Gabriele, per ordine di uno sconosciuto certamente a lui superiore, inizia a spiegare una misteriosa visio¬ne che il profeta Daniele aveva avuto presso il fiume Ulai in Mesopotarnia. "Mentre io, Daniele, conside¬ravo la visione e cercavo di comprenderla, ecco davanti a me uno in piedi, dall'aspetto d'uomo; intesi la voce di un uomo in mezzo all'Ulai, che gridava e diceva: "Gabriele, spiega a lui la visione" (Dn. 8, 15¬16). Mentre Gabriele parla il profeta sviene. Nel suo primo annuncio, Gabriele informa Daniele su una successione di potenze che tentano di opporsi al popolo di Dio, ma molto più significativa è il suo ulterio¬re ...

Leggi tutto...
 
San Giuseppe e gli Angeli del Signore PDF Stampa E-mail

San Giuseppe e gli Angeli del SignoreDio, nei disegni della sua bontà misericordiosa, ci ha predisposti a ben conoscere le prove che Egli vuole spandere, in questi tempi, con dei tesori di grazie abbondanti a quanti vogliono comprendere. La figura di San Giuseppe viene così descritta, dalla Beata Maria d’Agreda, nella sua “Mistica Città di Dio”: “Figlia mia (è la Vergine Maria che parla alla Beata), benché abbiate descritto che il mio sposo Giuseppe sia uno dei più grandi Santi e dei più nobili Principi della Gerusalemme celeste, voi non potete, pertanto, ora dichiarare la sua eminente santità. I mortali non saprebbero conoscerla, prima di godere della vista di Dio, nella quale essi scopriranno, con ammirazione, il mistero e ne loderanno il Signore”. E’ quindi con enorme piacere che mi sono impegnato, molto modestamente, ne descrivere un piccolissimo squarcio della vita del più grande Santo mai apparso sulla faccia della Terra tanto dal meritare di essere lo sposo di Colei che doveva essere la Madre di Dio, ...

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 31 32 33 34 35 36 37 Pross. > Fine >>

Risultati 321 - 330 di 366

Traduttore

English Arabic Bulgarian Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Croatian Czech Danish Dutch Finnish French German Greek Italian Japanese Korean Norwegian Polish Portuguese Romanian Russian Spanish Swedish Catalan Filipino Indonesian Latvian Lithuanian Serbian Slovak Slovenian Ukrainian Vietnamese Albanian Estonian Galician Hungarian Maltese Thai Turkish Persian Afrikaans Malay Swahili Irish Welsh Belarusian Icelandic Macedonian

Statistiche Sito

Utenti: 65918
Notizie: 3048
Collegamenti web: 36
Visitatori: 203777411
Abbiamo 2 visitatori online

Feed Rss