Menu Content/Inhalt
Home Page arrow Preghiere arrow Via Crucis Meditata con riferimento agli Angeli
Via Crucis Meditata con riferimento agli Angeli PDF Stampa E-mail

Via Crucis Meditata con riferimento agli AngeliNel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.
Prima Stazione. Gesù è condannato a morte.
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

Disse loro Pilato: "Che farò dunque di Gesù chiamato il Cristo?". Tutti gli risposero: "Sia crocifisso!". Ed egli aggiunse: "Ma che male ha fatto?". Essi allora urlarono: "Sia crocifisso!".(Mt 27,22-23)

Meditazione : Quanti angeli incarnati nella storia sotto le sembianze di santi e martiri, hanno donato la loro esistenza per la diffusione dell’amore di Cristo , subendo spesso condanne ingiuste.

Chiediamo al nostro angelo custode  l’ardore di testimoniare la nostra fede in Dio e nel suo Figlio morto per amore, nonostante le ostilità e le condanne di chi non crede. Padre Nostro, Ave Maria, Gloria al Padre.

Seconda Stazione. Gesù è caricato della Croce.
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

Essi allora presero Gesù ed egli, portando la croce, si avviò verso il luogo del Cranio, detto in ebraico Golgota.
(Gv 19,17)
Meditazione:
La croce fu accolta pienamente da Cristo che accettò il dolore per la salvezza del mondo : gli angeli confortarono Gesù nella totale adesione alla volontà del Padre. Chiediamo il loro aiuto nei momenti difficili della vita , quando ci sentiamo avvolti dall’oscura presenza del male e quando la croce ci appare troppo gravosa. Padre Nostro, Ave Maria, Gloria al Padre.

Terza Stazione. Gesù cade per la prima volta.
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

Noi tutti eravamo sperduti come un gregge, ognuno di noi seguiva la sua strada; il Signore fece ricadere su di lui l'iniquità di noi tutti.
(Is 53,6)
Meditazione:
Impariamo da Gesù a rialzarci con prontezza dalle nostre cadute e manteniamo vivo il desiderio di imitare la purezza degli angeli, nonostante le nostre miserie umane. Padre Nostro, Ave Maria, Gloria al Padre.

Quarta Stazione. Gesù incontra sua Madre.
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

Simeone li benedisse e parlò a Maria, sua madre: "Egli è qui per la rovina e la risurrezione di molti in Israele, segno di contraddizione perché siano svelati i pensieri di molti cuori. E anche a te una spada trafiggerà l'anima".
(Lc 2,34-35)
Meditazione:
Maria , Regina degli angeli, é presenza di salvezza e di pace nella nostra vita, fonte di bellezza e di riconciliazione mediata dall’influsso della grazia, sorgente di ogni conforto ed illuminazione. Sia Lei a donarci la sua materna presenza nelle prove che affrontiamo. Padre Nostro, Ave Maria, Gloria al Padre.

Quinta Stazione. Simone di Cirene aiuta Gesù a portare la Croce.
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

Mentre lo conducevano via, presero un certo Simone di Cirene che veniva dalla campagna e gli misero addosso la croce da portare dietro a Gesù.
(Lc 23,26)
Meditazione :
Anche se in maniera non disinteressata, il Cireneo contribuì ad un percorso di salvezza universale culminato con la croce di Cristo. Impariamo a scorgere in ogni evento della vita un senso profondo ed a riconoscere gli angeli che ,spesso , agiscono, per il nostro bene, attraverso un tramite umano. Padre Nostro, Ave Maria, Gloria al Padre.

Sesta Stazione. La Veronica asciuga il volto di Gesù.
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

Non ha apparenza né bellezza per attirare i nostri sguardi, non splendore per potercene compiacere. Disprezzato e reietto dagli uomini, uomo dei dolori che ben conosce il patire, come uno davanti al quale ci si copre la faccia.
(Is 53,2-3)
Meditazione:
Quanti angeli dovettero aver ispirato, mossi da un profondo desiderio di prestare soccorso a Gesù, la Veronica che alleviò in parte le sofferenze di Cristo. Lasciamoci ispirare dagli angeli nel compimento di ogni forma di bene ed invochiamoli se il dubbio e l’incertezza ci soffocano. Padre Nostro, Ave Maria, Gloria al Padre.

Settima Stazione. Gesù cade per la seconda volta.
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

Maltrattato, si lasciò umiliare e non aprì la sua bocca; era come agnello condotto al macello, come pecora muta di fronte ai suoi tosatori, e non aprì la sua bocca.
(Is 53,7)
Meditazione:
Quando ci sembra di incorrere nei medesimi errori, l’immagine di Cristo perseverante nel suo progetto di amore, deve infonderci il coraggio e la speranza di poter sempre risorgere a vita nuova. In questo cammino Dio ci ha inviato l’angelo custode per guidarci, sostenerci, confortarci. Padre Nostro, Ave Maria, Gloria al Padre.

Ottava Stazione. Gesù consola le donne di Gerusalemme.
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

Lo seguiva una gran folla di popolo e di donne che si battevano il petto e facevano lamenti su di lui. Ma Gesù, voltandosi verso le donne, disse: "Figlie di Gerusalemme, non piangete su di me, ma piangete su voi stesse e sui vostri figli. Ecco, verranno giorni nei quali si dirà: Beate le sterili e i grembi che non hanno generato e le mammelle che non hanno allattato. Allora cominceranno a dire ai monti: Cadete su di noi! e ai colli: Copriteci! Perché se trattano così il legno verde, che avverrà del legno secco?".
(Lc 23,27-31)
Meditazione:
Gesù aderì al sacrificio totale di se stesso donando forza a chi non riusciva ad accettarlo : le prove della fede siano illuminate dalla luce rischiarante degli angeli, nostri amici e difensori, come le pie donne che accompagnarono Gesù lungo il cammino. Padre Nostro, Ave Maria, Gloria al Padre.

Nona Stazione. Gesù cade per la terza volta.
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

Egli è stato trafitto per i nostri delitti, schiacciato per le nostre iniquità. Il castigo che ci dà salvezza si è abbattuto su di lui; per le sue piaghe noi siamo stati guariti.
(Is 53,5)
Meditazione :
La purificazione del nostro cuore non può avvenire se non attraverso l’esperienza del dolore susseguito sovente ad una esperienza di peccato anche reiterata. La sofferenza sostenuta dalla fede e vigilata dalla presenza amica degli angeli, diventa un potente strumento di santificazione. Padre Nostro, Ave Maria, Gloria al Padre.

Decima Stazione. Gesù è spogliato delle vesti.
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

I soldati poi, quando ebbero crocifisso Gesù, presero le sue vesti e ne fecero quattro parti, una per ciascun soldato, e la tunica. Ora quella tunica era senza cucitura, tessuta tutta d'un pezzo da cima a fondo. Perciò dissero tra loro: Non stracciamola, ma tiriamo a sorte a chi tocca. Così si adempiva la Scrittura: Si son divise tra loro le mie vesti e sulla mia tunica han gettato la sorte.
(Gv 19,23-24)
Meditazione :
La completa donazione di noi stessi implica uno stile comportamentale scevro da ogni egoismo, falsità, interesse personale. Uno stile di vita improntato alla purezza ed alla trasparenza. Gli angeli ci aiutino a spogliarci della veste logora del peccato per ritornare al candore battesimale. Padre Nostro, Ave Maria, Gloria al Padre.

Undicesima Stazione. Gesù è inchiodato sulla Croce.
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

Quando giunsero al luogo detto Cranio, là crocifissero lui e i due malfattori, uno a destra e l'altro a sinistra. Gesù diceva: "Padre, perdonali, perché non sanno quello che fanno".
(Lc 23,33-34)
Meditazione:
Apparentemente sconfitto, Cristo é invece riuscito a salvare l’uomo dalla perdizione eterna. Nell’estrema esperienza del dolore e nel respingere l’ultima tentazione, Cristo fu di certo sostenuto dall’aiuto degli angeli e fu ancora capace di perdonare, di soffrire e di offrirsi. Chiediamo al nostro angelo custode l’eroicità della fede che non conosce ostacoli e timori. Padre Nostro, Ave Maria, Gloria al Padre.

Dodicesima Stazione. Gesù muore sulla Croce.
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

Era verso mezzogiorno, quando il sole si eclissò e si fece buio su tutta la terra fino alle tre del pomeriggio. Il velo del tempio si squarciò nel mezzo. Gesù, gridando a gran voce, disse: "Padre, nelle tue mani consegno il mio spirito". Detto questo spirò.
(Lc 23,44-46)
Meditazione :
La morte diventa per il cristiano il transito verso un mondo che é per ciascuno il riflesso dell’amore che siamo riusciti a compiere durante la vita : preghiamo affinché sappiamo valerci dell’aiuto degli angeli per costellare la nostra esistenza di opere luminose di amore. Padre Nostro, Ave Maria, Gloria al Padre.

Tredicesima Stazione. Gesù è deposto dalla Croce.
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

C'era un uomo di nome Giuseppe, membro del sinedrio, persona buona e giusta. Non aveva aderito alla decisione e all'operato degli altri. Egli era di Arimatea, una città dei Giudei, e aspettava il regno di Dio. Si presentò a Pilato e chiese il corpo di Gesù. E lo calò dalla croce.
(Lc 23,50-53)
Meditazione :
Il tempo della prova può sembrare interminabile per chi é abituato ad osservarlo con lo sguardo puramente umano. L’attesa fiduciosa e la speranza discendono dalla fede che é un dono. Impariamo ad uniformarci ai tempi di Dio come esercizio interiore, chiedendo al nostro angelo custode il dono della speranza, preludio di resurrezione. Padre Nostro, Ave Maria, Gloria al Padre.

Quattordicesima Stazione. Gesù è deposto nel sepolcro.
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo, perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

Giuseppe, preso il corpo di Gesù, lo avvolse in un candido lenzuolo e lo depose nella sua tomba nuova, che si era fatta scavare nella roccia; rotolata poi una gran pietra sulla porta del sepolcro, se ne andò.
(Mt 27,59-60)
Meditazione :
La nostra fede ci insegna a guardare lontano, oltre le apparenti sconfitte del bene. Maria , tempio dello spirito Santo e Regina degli angeli, ci guidi alla ricerca delle realtà più profonde, nascoste sotto le realtà visibili. L’aiuto degli angeli ci consenta di ricercare le realtà soprannaturali avvolte da profonda gioia e stupore. Padre Nostro, Ave Maria, Gloria al Padre.

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Quindicesima Stazione - Gesù risorge da morte.
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo, perché con la tua santa croce hai redento il mondo.
L’angelo disse alle donne: “Non abbiate paura, voi! So che cercate Gesù il crocifisso. Non è qui, è risorto, come aveva detto: venite a vedere il luogo dove era sepolto. Presto, andate a dire ai discepoli: E’ risuscitato dai morti, e ora vi precede in Galilea; là lo vedrete”.( Matteo 28,5-7 )
Meditazione :
Chi crede in Cristo Gesù, sa bene di partecipare alla possibilità di realizzare cose grandi e mirabili. Gli angeli ci aiutino a compiere miracoli d’amore nella nostra vita, prima di tutto la conversione del cuore che si riflette in una resurrezione globale a vita nuova, rinnovata dalla grazia.

Felice Esposito (Miliziano di San Michele o Michaelista)

 
< Prec.   Pros. >

Traduttore

English Arabic Bulgarian Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Croatian Czech Danish Dutch Finnish French German Greek Italian Japanese Korean Norwegian Polish Portuguese Romanian Russian Spanish Swedish Catalan Filipino Indonesian Latvian Lithuanian Serbian Slovak Slovenian Ukrainian Vietnamese Albanian Estonian Galician Hungarian Maltese Thai Turkish Persian Afrikaans Malay Swahili Irish Welsh Belarusian Icelandic Macedonian

Statistiche Sito

Utenti: 51664
Notizie: 2731
Collegamenti web: 36
Visitatori: 147734878
Abbiamo 6 visitatori online

Feed Rss