Menu Content/Inhalt
Home Page
SANTA CATERINA DA BOLOGNA: IL MIRACOLO DI UN CADAVERE INCORROTTO

SANTA CATERINA DA BOLOGNA: IL MIRACOLO DI UN CADAVERE INCORROTTO

Madre Caterina de’ Vigri morì a Bologna all’età di cinquant’anni il  9 marzo1463, è passata alla storia come santa Caterina da Bologna. La seppellirono lo stesso giorno nella nuda terra, ma fu cavata dalla sepoltura diciotto giorni dopo trovandola intatta e profumata, solo un po’ schiacciata sul volto e sul naso, che presto miracolosamente si ricomposero. Dopo varie peripezie il suo corpo trovò una posizione soddisfacente che ancor oggi conserva nella sua cappella già dal 1529: incorrotta, senza alcuna maschera, seduta ( anche se il cardinal Baronio espulse il termine “ sedens” nella commemorazione del Martirologio romano), visibile a tutti e non sigillata. Fu canonizzata nel 1712 dopo un lungo e laborioso Processo che vide impegnati a vario titolo anche contrapposti il monastero e la città di Bologna.  Non è solo una santa dei tempi passati, ma è una santa ancora oggi fisicamente presente. ...
Leggi tutto...
 
SARDEGNA E ANGELI BUONI

SARDEGNA E ANGELI BUONI

Da molti anni durante l’estate mi reco nel mese di agosto in Sardegna e precisamente a Palau nel nord dell’isola, poco prima dell’inizio della splendida Costa Smeralda per aiutare pastoralmente il parroco don Salvatore Matta che in questo periodo dell’anno grazie alla presenza massiccia di turisti necessità di un coadiutore. Ovviamente interessandomi da oltre vent’anni di diffondere la devozione cattolica agli angeli mi sono interessato pure di raccogliere un po’ di materiale sulle leggende sarde che riguardano gli angeli e sul loro culto liturgico in questa meravigliosa isola.   Il golfo di Cagliari è chiamato anche “Golfo degli Angeli”, a motivo di una famosa leggenda che ha origine con la formazione dell’isola della Sardegna. Infatti si narra che quando quest’isola stava emergendo dal mare, gli angeli la guardavano dal cielo, e rimasero entusiasti nel vederla così bella e incantevole, come una perla preziosa nella sua conchiglia. ...
Leggi tutto...
 
“Amare gli Angeli”, regia Luca Guardabascio, prodotto da don Marcello Stanzione

“Amare gli Angeli”, regia Luca Guardabascio, prodotto da don Marcello Stanzione

Il giorno 28 luglio 2014, a Potenza, sono iniziate le riprese per il docufilm “Amare gli Angeli”, regia Luca Guardabascio, prodotto da don Marcello Stanzione. Il documentario, ideato dai predetti, sarà distribuito inizialmente negli Stati Uniti d’America ed è ritenuto, dall’Associazione Milizia di san Michele Arcangelo, molto necessario per diffondere la corretta devozione angelica nei paesi di lingua anglosassone, nelle locali accademie, nazioni dove largamente ha preso piede il new age con tutte le devianze dottrinali angelologiche che ne sono seguite.  Luca Guardabascio, campano, è un regista impegnato nello studio del cinema e nella realizzazione soprattutto di cortometraggi sin dal lontano 1989. Pur avendo lavorato anche per Rai 2, lo stesso Guardabascio ritiene che la sua “collaborazione cinematografica più importante” sia stata quella con il famoso attore Nino Manfredi sul set di “Linda e il brigadiere”, ci dice: “pur non essendo stata una vera collaborazione, io ogni mattina andavo a prendere Manfredi a casa e lo accompagnavo sul set, ...
Leggi tutto...
 
MUSICHE ANGELICHE ALLA MORTE DI SAN LUIGI BERTRAN

MUSICHE ANGELICHE ALLA MORTE DI SAN LUIGI BERTRAN

I più straordinari interventi musicali degli angeli sono incontestabilmente quelli che segnalarono la morte di San Luigi Bertran (1526-1581). Questo domenicano spagnolo, contemporaneo di Santa Teresa d’Avila che lo stimava molto, fu l’apostolo di Valencia. Una musica celeste fu sentita nella chiesa appena il santo frate morì. Frate Antonio Ballester, portinaio della chiesa, ebbe il privilegio di sentire per primo quella divina melodia. Molto devoto al santo, egli rimase nell’infermeria, la mattina della sua morte, per quanto gli fosse permesso dalla sua carica. Egli aveva un vivo desiderio di essere presente nel momento supremo. Quella consolazione gli fu rifiutata. Ma, nel momento stesso in cui il santo trapassò, egli intese nella chiesa, dove si trovava, una musica incantatrice ed un’infinita dolcezza. Meravigliato, egli pensò dapprima che dei musicisti erano nascosti nell’edificio; ma si rese ben presto conto che i suoni non venivano da un posto fisso, ma parevano fluttuare nell’aria, ...
Leggi tutto...
 
L’esorcista Padre Gabriele Amorth ai giovani: “Abbiate fede in Dio e non sarete mai soli”

L’esorcista Padre Gabriele Amorth ai giovani: “Abbiate fede in Dio e non sarete mai soli”

È conosciuto da tutti come “l’ultimo esorcista”, padre Gabriele Amorth, 89 anni,  il più grande esorcista del mondo, scrittore  e presidente onorario dell’Associazione Internazionale degli Esorcisti. “Il diavolo esiste” e don Amorth ci racconta il perché.

D. – Satana e la politica. Lei ha più volte affermato che alcuni uomini della politica sono guidati dal demonio, ci spiega perché?

R. – “Il demonio è dappertutto, ma cerca soprattutto di coprire posti di comando come quello dei dirigenti della politica, dello sport, dell’economia e anche della Chiesa“

D. – Ci sono due dati in contrasto, da una parte la Chiesa che arruola esorcisti e dall’altra tante persone e tra questi, anche vescovi, che non credono all’esistenza del demonio ... 
Leggi tutto...
 
VESTIRE DA PAPA

VESTIRE DA PAPA

Il Vaticano è probabilmente ancora l’unico luogo nel mondo moderno in cui l’uso del vestiario non è lasciato totalmente al gusto personale del singolo, è poco sensibile alla moda contemporanea e gli indumenti degli ecclesiastici rispondono a regole definite  dalla posizione occupata nella gerarchia della Chiesa e fissate a seconda delle circostanze della vita di questa. Sempre meno numerose sono le persone in grado di individuare le origini storiche di indumenti che in molti casi hanno un significato preciso e permettono di identificare la dignità gerarchica ecclesiastica di un chierico nella Chiesa cattolica. E’ lecito affermare che l’uso degli abbigliamenti in Vaticano risponde al principio dell’uniforme, sia per i chierici sia per i corpi armati , oggi come ieri. E la varietà che si può osservare deriva da alcuni principi molto semplici. La talare, per gli  ecclesiastici, costituisce il segno della loro appartenenza al chiericato (un tempo insieme con la tonsura poi abolita da Paolo VI): ...
Leggi tutto...
 
L’ESORCISTA GABRIELE AMORTH E L’ABITO SACERDOTALE

L’ESORCISTA GABRIELE AMORTH E L’ABITO SACERDOTALE

Don Gabriele Amorth è giunto quasi alla soglia dei 90 anni, ha collaborato con padre Candido Amantini, Passionista, alla Scala Santa per ben sei anni diventando poi alla morte di questi il suo successore, era stato prima il suo alter ego e poi diviene il suo successore. Don Gabriele Amorth è nato a Modena, si è laureato in giurisprudenza ed è sacerdote della Pia Società San Paolo. È un giornalista molto noto per i molti articoli mariani pubblicati su tanti giornali, tra i quali vi ricordo Famiglia Cristiana; è ancora più conosciuto per  aver diretto il mensile Madre di Dio, lo ascoltiamo in molte interviste a Radio Maria ed in televisione, è autore di tantissimi libri, quattro dei quali sulla Madonna e molti sul diavolo come “Un esorcista racconta” e “I nuovi racconti di un esorcista”, è membro della Pontificia Accademia Mariana Internazionale ed è stato presidente  per vari anni dell’Associazione Internazionale Esorcisti. ...
Leggi tutto...
 
IL CARACCIOLINO CARFORA E GLI ANGELI

IL CARACCIOLINO GREGORIO CARFORA E GLI ANGELI

S. Francesco Caracciolo (1563–1608) è il sacerdote  fondatore  dei Chierici Regolari Minori da lui detti padri Caracciolini.   Giovane prete si ritirò nell'eremo di Camaldoli per scrivere la Regola di una Congregazione di sacerdoti che voleva fondare. Pensò di darle come caratteristica un obbligo a una spiccata devozione Eucaristica. Nel Settecento il pittore Ludovico Stern  ( 1709 - 1777) realizzò una  pala d’altare per la chiesa romana di San Lorenzo in Lucina in cui un angelo attorniato da serafini, cherubini e angeli incensanti presenta a San Francesco Caracciolo il mistero dell’Eucarestia.  Ne abbiamo trovato il bozzetto rispetto al quale la tela definitiva presenta solo piccole varianti. Nel bozzetto e nella tela definitiva l’Eucarestia racchiusa all’interno di un splendido ostensorio che un angelo regge servendosi di un prezioso drappo, sprigiona una luce  simbolo di salvezza in contrasto con le tenebre nella parte destra della composizione. Il Santo istintivamente si inginocchia davanti all’apparizione. Vicino a lui, seduto su gradini, vi è un piccolo angelo che eleva in alto un giglio, simbolo di purezza. ...
Leggi tutto...
 
Mons. Marcianò su “Cristianesimo e vita militare”

Mons. Marcianò su “Cristianesimo e vita militare”

Con grande gioia porgo il mio saluto ai presenti, agli autori del libro, a padre Giulio Cerchietti, assicurando la mia vicinanza in occasione della presentazione di questo testo, inziativa che considero importante per il nostro mondo militare. Già il titolo, “Cristianesimo e vita militare”, ci inserisce nella coniugazione di un binomio indispensabile e, in questo momento storico della vita della Chiesa e del mondo, particolarmente eloquente, perché ci proietta direttamente al mistero della santità. E come non lasciarci conquistare dalla bellezza della santità proprio pochi giorni dopo la solenne Celebrazione per la Canonizzazione, assieme al grande Giovanni Paolo II, dell’amato Papa Giovanni XXIII? Il suo è solo uno dei tanti esempi di santità nella vita militare, questo lo sappiamo bene; una santità maturata anche vivendo il cristianesimo da soldato prima e da cappellano poi; una santità che ci tocca profondamente e ci spinge a ribadire che “cristianesimo e vita militare” è un binomio che può essere estremamente costruttivo. ...
Leggi tutto...
 
«Il sacramento del diavolo», recensione di Ester M. Ledda

«Il sacramento del diavolo», recensione di Ester M. Ledda

Che cosa sono i sacramenti? Il Compendio del Catechismo della Chiesa cattolica spiega che «sono segni sensibili ed efficaci della grazia, istituiti da Cristo e affidati alla Chiesa, attraverso i quali ci viene elargita la vita divina» (cfr. n. 224). Quest’opera, però, ci fa notare che anche il diavolo, al quale piace “scimmiottare” Dio, ha i suoi sacramenti, o meglio, i suoi “anti-sacramenti”. Il diavolo, infatti, non vuole che ci venga elargita la vita divina, ma subdolamente non ci pone contro Dio apertamente, bensì in modo più raffinato, facendoci credere che il male è, in realtà, il bene e viceversa. Il “sacramento diabolico”, oggi largamente diffuso come “costume” soprattutto nel mondo occidentale, è la sodomia, il peccato impuro contro natura, uno dei quattro peccati che, come insegna il Catechismo di San Pio X, gridano vendetta al cospetto di Dio. Un peccato che addirittura, come riporta santa Caterina da Siena nel suo magistrale “Dialogo della Divina Provvidenza”, fa schifo pure ai demoni, perché essi, pur felicitandosi degli effetti di tale peccato, non vanno mai contro la loro stessa natura, quella angelica, seppur decaduta. ...
Leggi tutto...
 
GLI ANGELI E I CAPELLI DELLE DONNE

GLI ANGELI E I CAPELLI DELLE DONNE

Nella prima lettera ai Corinzi troviamo un passaggio di san Paolo piuttosto oscuro che afferma: “ La donna deve avere sul capo un segno di autorità a motivo degli angeli”. Ma cos’hanno a che vedere i capelli delle donne con gli angeli (1 Cor 11,10)? Secondo un detto ebraico, quando la donna scioglieva i suoi capelli e cominciava a girare la testa in circolo, gli angeli cadevano dal cielo, perché i capelli sciolti e la danza erano considerati sessualmente libidinosi, e’ probabile che questo detto faccia riferimento all’episodio della caduta degli angeli di Gen. 6, 1-5. Nella mentalità greco – romana, il gesto di sciogliere i capelli ha un profondo significato sensuale: la donna fa gesto solo di fronte a suo marito e nell’intimità coniugale. Nella rappresentazioni matrimoniali, la sposa generalmente è coperta da un velo, posto sulla sua testa, che sarà tolto solo nella camera nunziale. In Oriente, ancor oggi, la donna si copre la testa con un velo. L’atto di nascondere genera un senso di mistero, che è legato alla sessualità. ...
Leggi tutto...
 

Traduttore

English Arabic Bulgarian Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Croatian Czech Danish Dutch Finnish French German Greek Italian Japanese Korean Norwegian Polish Portuguese Romanian Russian Spanish Swedish Catalan Filipino Indonesian Latvian Lithuanian Serbian Slovak Slovenian Ukrainian Vietnamese Albanian Estonian Galician Hungarian Maltese Thai Turkish Persian Afrikaans Malay Swahili Irish Welsh Belarusian Icelandic Macedonian

Stemma M.S.M.A.

Clicca qui per scaricare il nostro Stemma!

Statistiche Sito

Utenti: 27434
Notizie: 2517
Collegamenti web: 36
Visitatori: 15645286
Abbiamo 9 visitatori e 4 utenti online

Feed Rss