Menu Content/Inhalt
Home Page
L’EDITRICE MIMEP-DOCETE PUBBLICA UN TESTO SU SAN GABRIELE di Padre IGNAZIO SUAREZ
San GabrieleE’ arrivato in tutte le librerie cattoliche il libro su san Gabriele scritto da don Marcello Stanzione ed edito dalla editrice milanese Mimep-Docete. Il culto agli angeli è un bene tradizionale del tesoro della Chiesa. I santi angeli sono venerati e imploriamo la loro intercessione. Il fondamento della venerazione agli angeli sta nell’ambito soprannaturale. Il motivo per ammirare, celebrare ed invocare gli angeli è la loro vicinanza a Dio, la perfezione dinanzi a Dio che questi spiriti hanno raggiunto per grazia divina, l’amore a Dio e a noi. Come loro, noi siamo stati chiamati a partecipare un giorno nel regno di Dio.
“Un Concilio tenutosi a Roma nel 745, sotto papa Zaccaria, proibisce di invocare i nomi di Uriel, Raguel, Tofoas, Sabaoth e Simiel, dichiarando che questi presunti angeli sono in realtà demoni. Possono essere legittimamente invocati i nomi di origine biblica: Michele, Gabriele e Raffaele. Nei Concili franchi al tempo di Carlo Magno, come il Concilio di Aquisgrana del 789, non solo si proibisce l’uso dei nomi non biblici, ma viene disposta la scomunica e addirittura la pena di morte per coloro che adorano il grande Uriel. Il criterio determinante è la fedeltà alla rivelazione divina contenuta nei testi sacri”. ...
Leggi tutto...
 
NEL NOME DI GESU’ SCACCEREMO I DEMONI di David Yonggi Cho
nel nome di gesu’ scacceremo i demoni“Questi sono i segni che accompagneranno coloro che avranno creduto: nel nome mio scacceranno i demoni; parleranno in lingue nuove; prenderanno in mano dei serpenti; anche se berranno qualche veleno, non ne avranno alcun male; imporranno le mani agli ammalati ed essi guariranno. Il Signore Gesù dunque, dopo aver loro parlato, fu elevato in cielo e sedette alla destra di Dio. E quelli se ne andarono a predicare dappertutto e il Signore operava con loro confermando la Parola con i segni che l’accompagnavano” ( Marco 16:17-20). Il primo segno è che cacceranno i demoni nel nome di Gesù. Oggi la gente chiede: “ Dove sono i diavoli? La mia Bibbia insegna che dall’inizio il diavolo venne e ingannò Adamo ed Eva. ...
Leggi tutto...
 
CATERINA LABOURE’ IN UN LIBRO DELLA SEGNO a cura della redazione M.S.M.A.
Santa Caterina LaboureIn queste settimane in tutte le librerie cattoliche si trova il libretto edito dalla Segno di Udine scritto da don Marcello Stanzione intitolato “ Caterina Labourè e la Medaglia che ci salva”. Il 27 Novembre la Chiesa fa memoria liturgica delle apparizioni mariane a Rue du Bac a Parigi. La devozione della Medaglia miracolosa è appunto la perenne memoria dell’apparizione della vergine a Caterina Labouré nel 1830, la prima delle dodici manifestazioni  mariane riconosciute ufficialmente dalla Chiesa fra l’Ottocento e il Novecento. ...
Leggi tutto...
 
GLI ANGELI NEL NUOVO TESTAMENTO di Emmanuel Andre’
angeli nuovo testamentoAbbiamo enumerato tutte le apparizioni degli Angeli sotto l'antica Legge. Ma la loro azione fu più estesa e più generale ancora ch'essa non appaia nel testo biblico. Ne abbiamo per garante il discorso di Santo Stefano davanti alla sinagoga. Il Santo dichiara agli Ebrei ch'essi hanno ricevuto la loro Legge, ch'essi non hanno osservata, dal ministero degli Angeli. Egli dice che è un Angelo che apparve a Mosé nelle fiamme del roveto ardente, che gli parlò sulla cima del Sinai (Atti 7,31 e 38). Ora in queste due circostanze il testo biblico mette in scena il Signore stesso. La conclusione che se ne estrae dall'accostamento dei due passi è molto interessante: è che là dove è detto nella Bibbia: "Il Signore apparve, il Signore parlò, bisogna intendere: un Angelo apparve, un Angelo parlò in nome del Signore". L'azione dei Santi Angeli fu dunque universale sotto l'antica Legge. San Paolo lo dichiara non meno espressamente di Santo Stefano, quando ci parla della Legge "disposta dagli Angeli nella mano di un mediatore" che fu Mosé (Gal.3,19). ...
Leggi tutto...
 
UN NUOVO LIBRO SUGLI ANGELI CUSTODI DELLA SUGARCO di Carmine Alvino
Angeli custodiUna delle preghiere che quasi tutti i fedeli cattolici conoscono ancora dice così: "Angelo di Dio che sei il mio custode, illumina, custodisci, reggi e governa me che ti fui affidato dalla pietà celeste. amen!". Proprio sugli angeli custodi da poche settimane è stato pubblicato dall’editrice milanese Sugarco il libro di don Marcello Stanzione e della professoressa Angela Rossi intitolato “ Angeli custodi. Una presenza amica”.
La teologia dell'angelo custode, nella sua essenza, è integralmente compresa nel testo conciso della preghiera devozionale che abbiamo riportato all’inizio di questa presentazione. Prima di tutto ne risulta che abbiamo un angelo custode, poi che, sebbene ce l'abbiamo, non ci appartiene, ma ci è donato dal Creatore del mondo e infine che le funzioni dell'angelo custode sono grosso modo quattro come le braccia della croce: per noi è insegnante (ci chiarisce, apporta conoscenze), protettore (ci protegge dal male, tutti i tipi di male), consigliere (ci orienta verso le buone azioni, ci propone i criteri di una giusta condotta), e guida mistica (ci mostra la via della salvezza). In una sola parola, la funzione generica dell'angelo è quella di orientarci. Di donarci un buon orientamento sul piano cognitivo, pragmatico, etico e soteriologico. ...
Leggi tutto...
 
GLI ANGELI E LA FINE DEL MONDO di Emmanuel Andrè
Angeli e la fine del mondoE' certo, dalla Sacra Scrittura, che i Santi Angeli esercitano quaggiù un ministero di giustizia. Tra gli ufficiali della corte celeste, c'è l'Angelo sterminatore. Egli passò, senza che la Scrittura lo designi chiaramente, la notte della Pasqua, nella terra d'Egitto e colpì di morte i primogeniti degli Egiziani. Egli eseguì la sentenza che puniva di morte gli Israeliti per un peccato di vanità del re Davide. Egli coprì i dintorni di Gerusalemme di cadaveri dell'esercito di Sennacherib. Colpì il re Erode, nel momento in cui il suo orgoglio era salito fino al delirio e dove si diceva un dio.
    Mille esempi della storia ecclesiastica ci rivelano, per la loro analogia con i fatti trascritti, l'azione vendicatrice degli Angeli. Chi è che colpì  i persecutori, Ario, Nestorio, Giuliano l'Apostata e tanti altri nemici di Dio e del suo Cristo? Chi è che scatenò in diversi tempi terribili flagelli? Come Davide aveva visto l'Angelo del Signore, presso l'area di Ornan, che brandiva la spada contro Gerusalemme, rimettendola poi nel fodero (1 Para.21,16,27), così San Gregorio Magno scorse un Angelo in piedi sul molo di Adriano - ora Castel Sant'Angelo - e che riponeva ugualmente il suo gladio nel fodero per indicare la cessazione della peste. ...
  
Leggi tutto...
 
ANGELI E ANGELISMO di Garcia Colombas
Angeli e angelismoDa qualche tempo ci si oppone vivamente a certe tendenze che, nella morale ascetica, non attribuiscono al corpo umano il ruolo che gli corrisponde. A tali correnti è solito applicare il nome di “angelismo”. “Angelismo” significa uno spirito, una condotta, una dottrina che, col pretesto di spiritualizzare l'uomo, dimentica o diminuisce la sua presente condizione, terrena e carnale, falsando le autentiche prospettive dell'ascetismo cristiano. L’“angelismo” è, dunque, un falso spiritualismo, i cui debellanti si rivelano tuttora vivi ed operanti in seno alla Chiesa cattolica. È questa morale che sistematicamente getta un fitto velo su tutte le manifestazioni della sensibilità, perché in fondo le considera intrinsecamente cattive; sono questi metodi educativi che impongono ad intere generazioni un puritanesimo di conseguenze inverosimili; sono queste forme di spiritualità che sembrano aver rotto con tutto l'umanesimo e respinto tutti i valori temporali.
Niente di più encomiabile che scoprire e far ritornare al loro legittimo corso le correnti confuse della morale e della spiritualità cristiana. Però in tutte le reazioni esiste il pericolo di esagerare, di andare a finire all'estremo contrario; e concretamente, nello sforzo di staccarsi da dottrine e metodi accusati di “snaturare” l'essere umano, si corre il rischio di cadere in altri errori verso i quali l'uomo dei nostri giorni scivola con molta più facilità. ...
Leggi tutto...
 
“ GLI ANGELI E NOI. BEATI SPIRITI CELESTI E FEDE CRISTIANA” di Carmine Alvino
 Gli Angeli e noiE’ in tutte le librerie cattoliche il libro “ Gli angeli e noi. Beati spiriti celesti e fede cristiana”, scritto da don Marcello Stanzione ed edito dall’ editrice Segno di Udine. La parola angelo deriva dal greco “ aggelos”, inviato, messaggero. sebbene negli ultimi anni il culto degli angeli sembra aver preso importanza, almeno in Occidente, certo è che tanto la Bibbia quanto la liturgia parlano molto degli angeli e attribuiscono loro un ruolo significativo nella vita di fede. Non è tanto la nostra iniziativa o il nostro interesse, ma è la rivelazione biblica che ci parla di essi.  A partire dalla Genesi ( 3,24: i Cherubini alla porta del paradiso) fino all’apocalisse ( 5,11: gli angeli cantano le loro lodi al vincitore e a Dio), passando per gli angeli che annunciano la risurrezione di Cristo, tutta la storia della salvezza ci manifesta la presenza continua di questi esseri misteriosi, puri spiriti, che non sappiamo definire. La Bibbia non si preoccupa di spiegarci la loro essenza, ma li presenta in azione: gli angeli adorano Dio, agiscono come messaggeri della sua volontà, aiutano e proteggono gli uomini, camminano davanti al popolo eletto e lo proteggono. Sono essi che annunciano a Maria, a Giuseppe e ai pastori la nascita del Figlio di Dio, sono essi  che assistono  Gesù dopo le tentazioni nel deserto e durante l’agonia degli Ulivi, sono essi che  infine danno testimonianza del sepolcro vuoto e guidano i discepoli dopo l’Ascensione. Gesù afferma che gli angeli dei “ piccoli” sono continuamente alla presenza del padre ( Mt 18,10). ...
Leggi tutto...
 
L’Angelo Custode Di Alfred Barth
Angelo custode
Scopo religioso: Fiducia nell’Angelo e imitazione del suo servizio di custode. 
 
Metodo: Sviluppare la verità sull’Angelo custode dalla storia biblica di Raffaele e Tobia.
 
Ho notato che nelle case e nelle abitazioni della nostra città molta gente tiene nella sua camera l’immagine di un angelo. Chi di voi ha a casa sua appesa l’immagine di un Angelo? Cosi vi si vede? Deve pur esservi una ragione, se la gente appende nella propria casa l’immagine di un Angelo! Ognuno ha il suo Angelo custode, ne ha bisogno e ne ha già sperimentato l’aiuto. Oggi dobbiamo parlare appunto dell’angelo custode. 
Altra introduzione a scelta: Giob. 1,8-12. I figli di Dio, gli Angeli, stanno davanti a Dio, pronti a ricevere i suoi ordini. Tra loro viene anche Satana, perché anche le azioni di satana sono sotto il controllo di Dio, ed egli non può fare più di quello che Iddio gli permette. In tutte le tentazioni, che permette, Dio ha di mira il maggior bene dei suoi eletti. gli Angeli buoni ci guidano con mano sicura a salvezza.
        
1. Tobia – Raffaele- e noi
 
Presentazione di Tobia 5,12.
 
a) Dio ci dà un angelo come compagno. ...

Leggi tutto...
 

Traduttore

English Arabic Bulgarian Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Croatian Czech Danish Dutch Finnish French German Greek Italian Japanese Korean Norwegian Polish Portuguese Romanian Russian Spanish Swedish Catalan Filipino Indonesian Latvian Lithuanian Serbian Slovak Slovenian Ukrainian Vietnamese Albanian Estonian Galician Hungarian Maltese Thai Turkish Persian Afrikaans Malay Swahili Irish Welsh Belarusian Icelandic Macedonian

Stemma M.S.M.A.

Clicca qui per scaricare il nostro Stemma!

Statistiche Sito

Utenti: 41508
Notizie: 2456
Collegamenti web: 36
Visitatori: 44094397
Abbiamo 1 visitatore e 1 utente online

Feed Rss