Menu Content/Inhalt
Home Page
SAN PAOLO EREMITA E GLI ANGELI Di don Marcello Stanzione

SAN PAOLO EREMITA E GLI ANGELIPer il credente, la morte non è la fine di tutto. Il corpo è promesso alla resurrezione, ogni domenica durante la Messa recitiamo: “credo alla resurrezione della carne, alla vita eterna “, e gli uomini rispettano le spoglie del defunto, seppellendolo prima di inumarlo, quando non lo circondano di onori quando si tratta del corpo di un santo canonizzato. Il corpo morto è esso stesso suscettibile di presentare dei prodigi che manifestano il suo carattere sacro. ...

Leggi tutto...
 
L’ENNEAGRAMMA DANNEGGIA LA FEDE CATTOLICA? Di don Marcello Stanzione

 

enneagrammaSpesso l’enneagramma in ambito cattolico è soggetto a riserve ( vedi ad esempio Kosloski “ I cattolici possono usare il sistema di personalità dell’enneagramma” in  Aleteia 22 giugno 2022), pregiudizi e condanne che nascono da false paure o da valutazioni molto parziali, che ne travisano lo scopo. I teorici dell’enneagramma “cattolico” secondo diversi autori cattolici sfavorevoli all’enneagramma sarebbero certamente influenzati dal new age.  ...

Leggi tutto...
 
I NOVE CORI DEGLI ANGELI E l’ILLUMINAZIONE DIVINA Di don Marcello Stanzione

I NOVE CORI DEGLI ANGELI  E l’ILLUMINAZIONE DIVINAGli spiriti celesti sono divisi in 3 gerarchie di cui ognuna è divisa essa stessa in 3 ordini differenti, che, dalla loro riunione formano quello che si chiama i nove cori degli Angeli:

La prima gerarchia comprende i Serafini, i Cherubini ed i Troni.

La seconda racchiude le Dominazioni, le Potenze e le Virtù.

La terza è composta dai Principati, dagli Arcangeli e dagli Angeli. ...

Leggi tutto...
 
Il profumo di San Michele arcangelo? E’ l’incenso. Ecco perchè

Il profumo di San Michele arcangelo

Di Gelsomino Del Guercio

San Michele si può evocare con una particolare benedizione all’inizio della Liturgia della Eucarestia, quando il sacerdote mette l’incenso nel turibolo e ne chiede la potente intercessione

Il profumo di San Michele arcangelo è l’incenso. E’ un aroma attraverso cui si chiede l’intercessione del Principe degli Angeli. Si legge nel libro “Profumi divini” (Mimep Docete) di Don Marcello Stanzione, che il sacerdote, all’inizio della Liturgia della Eucarestia, mette l’incenso nel turibolo, lo benedice e poi incensa tutto l’altare, in onore del Signore. ...

Leggi tutto...
 
Cosa fa l’angelo custode nell'ora della morte? Ci abbandona o resta con noi?

Cosa fa l’angelo custode nell'ora della morte?

Di Gelsomino Del Guercio

“Non pochi santi alla loro morte furono visti essere portati da angeli esultanti in Paradiso”. Per altre anime si aprono le morte del Purgatorio. Ma lo spirito celeste non le abbandona

L’angelo custode, come sappiamo, ci accompagna per tutta la vita. Ma al momento della nostra morte cosa accade? La sua custodia c’è anche nell’aldilà? Don Marcello Stanzione, in “I nove martedì in onore del nostro angelo custode” (edizioni Segno),ci spiega questo passaggio. ...

Leggi tutto...
 
Santa Faustina ha avuto in visione l’ira di Dio: ecco di cosa si tratta
Santa Faustina Kowalska
Di Gelsomino Del Guercio
 
“Una nuvola sotto i suoi piedi e dalla nuvola uscivano fulmini e lampi che andavano nelle sue mani, e dalle sue mani partivano e colpivano la terra” L’ira di Dio: secondo (1905-1938), si manifesta con violenti fulmini che colpiscono la Terra. Lo scrive nei suoi quaderni, riportando una visione avuta nel 1935. Don Marcello Stanzione ne parla nel libro “Gli angeli della Divina Misericordia” (edizioni Segno). ...
Leggi tutto...
 
Don Marcello Stanzione parla di Santa ILDEGARDA
Don Marcello Stanzione parla di Santa ILDEGARDA
 
Convegno online "L'angelica milizia" - intervento di don Marcello Stanzione
Convegno online "L'angelica milizia" - intervento di don Marcello Stanzione
 
SANTA LIDWINA ED IL SUO ANGELO CUSTODE Di don Marcello Stanzione

SANTA LIDWINA Santa Lidwina, mistica olandese, così celebre per la pazienza ammirabile con la quale sopportò dolorose infermità per trentotto anni, viveva in una fraterna e dolce intimità col suo santo angelo custode. Egli le appariva sovente accompagnato da diversi altri angeli, sotto forma di ragazzi aventi sulla fronte una croce splendente di luce; il loro volto era d’una seducente bellezza e più eclatante del sole. ...

Leggi tutto...
 
SAN MICHELE ARCANGELO PATRONO DELLA POLIZIA DI STATO Di don Stefano Peretti

SAN MICHELE ARCANGELO PATRONO DELLA POLIZIA DI STATOIl  nome Michele deriva dalla liturgia ebraica ( Mi Ka’ el) e significa “ chi come Dio” ed è un grido di guerra in difesa dei diritti dell’Eterno. Il nome ricorre cinque volte nella Sacra Scrittura. Michele è uno dei capi supremi che viene in aiuto del profeta ( Dn 10,13); testo simile in Dn 10,21, mentre in Dn 12,1 vien detto “ capo supremo” dell’esercito celeste in difesa dei giudei perseguitati da Antioco IV. Nell’Apocalisse, a capo degli angeli fedeli a Dio combatte e scaccia gli angeli ribelli: anche qui Michele appare quale capo supremo degli angeli e principe. ...

Leggi tutto...
 
I SETTE ARCANGELI SECONDO CORNELIO A LAPIDE

CORNELIO A LAPIDECornelio a Lapide (Bocholt, 18 dicembre 1567Roma, 12 marzo 1637) è stato un gesuita ed esegeta fiammingo. Il suo vero nome era Cornelis Cornelissen van den Steen, poi latinizzato in Cornelio a Lapide (van den Steen: a lapide, in italiano: dalla pietra). Nacque nei pressi di Liegi. Studiò Lettere e filosofia presso i collegi dei gesuiti di Maestricht e Colonia, e teologia presso le Università di Douai e Lovanio; entrò nella Compagnia di Gesù l'11 giugno 1592, e, dopo due anni di noviziato e un altro anno di teologia, fu ordinato sacerdote il 24 dicembre, 1595. ...

Leggi tutto...
 
GLI ANGELI PREPARANO I MISTICI ALLA MORTE Di don Marcello Stanzione

GLI ANGELI PREPARANO I MISTICI ALLA MORTELe preparazioni alla morte dei servi di Dio da parte degli angeli non sono sempre di tutto riposo, ed il francescano Pietro D’Assisi (+ 1254), uno dei primi compagni del Poverello, ne fece l’esperienza. I Fioretti dicono che il suo angelo custode venne ad avvisarlo. Egli fece dunque il suo ultimo esame di coscienza, dimenticando di attardarsi su di una debolezza ch’egli aveva avuta molti anni prima, allorché egli era ancora nel mondo: non era che un peccatuccio, piccolo errore di gioventù insignificante. ...

Leggi tutto...
 
GLI ANGELI E IL RISPETTO PER IL CORPO DEI SANTI Di don Marcello Stanzione

GLI ANGELI E IL RISPETTO PER IL CORPO DEI SANTIDiversi racconti agiografici ci  mostrano gli angeli attenti nel segnalare agli uomini la santità del defunto, e nel richiamare loro il rispetto dovuto ai loro resti (reliquiae), di cui essi giungono fino a segnalare il posto, quando si sono perduti.

Alle esequie del carmelitano Alberto Da Trapani (+ 1306), l’arcivescovo di Messina, celebrante principale, si interrogava tra sé, se si dovesse o meno cantare una messa di Requiem, quando due angeli vestiti di bianco apparvero al di sopra della bara ed intonarono l’Introito della messa dei confessori: Osi usti meditabitur sapientiam, ...

Leggi tutto...
 
Perchè Dio permette le tentazioni? Rispondono Ratzinger e un teologo bizantino

Perchè Dio permette le tentazionidi Gelsomino Del Guercio

Dominare le passioni e respingere le tentazioni è essenziale per essere liberi, perché le passioni non dominate generano il peccato, che allontana da Cristo

Come mai Dio permette che siamo tentati? Risponde a questa domanda nel libro “Il diavolo, la tentazione e il peccato” (edizioni Segno) lo scrittore e sacerdote Don Marcello Stanzione. ...

Leggi tutto...
 
Fausto Bizzarri parla di Anghelosophia
Intervista a Fausto Bizzarri, laureato in scienze religiose, coach ed autore di diversi studi sugli angeli.
 
Se siete “acidi”, Santa Ildegarda vi insegna a diventare generosi e altruisti

Se siete acidi, Santa Ildegarda vi insegna a diventare generosi e altruistiUn uomo o una donna "aspri" si richiamano ad un profilo di personalità manipolatrice, possessiva, dipendente. Ma si può diventare empatici e altruisti, abolendo alcuni vizi e seguendo i consigli della monaca tedesca

Dall’asprezza alla generosità seguendo i consigli di santa Ildegarda. La monaca tedesca, nota per essere un bravo medico e un’apprezzata “nutrizionista”, aveva importante fondamenti di scienze psicologiche. E nei suoi scritti spiegava come determinati vizi potevano trasformarsi in virtù. ...

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 16 di 44

Traduttore

English Arabic Bulgarian Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Croatian Czech Danish Dutch Finnish French German Greek Italian Japanese Korean Norwegian Polish Portuguese Romanian Russian Spanish Swedish Catalan Filipino Indonesian Latvian Lithuanian Serbian Slovak Slovenian Ukrainian Vietnamese Albanian Estonian Galician Hungarian Maltese Thai Turkish Persian Afrikaans Malay Swahili Irish Welsh Belarusian Icelandic Macedonian

Stemma M.S.M.A.

Clicca qui per scaricare il nostro Stemma!

Statistiche Sito

Utenti: 67594
Notizie: 3112
Collegamenti web: 35
Visitatori: 213064645
Abbiamo 2 visitatori online

Feed Rss