Menu Content/Inhalt
Home Page
Un “uomo di rara bellezza” difende Padre Pio nella lotta contro il diavolo

Padre Piodi Gelsomino Del Guercio

E' una delle visioni e testimonianze più interessanti del frate di Pietrelcina, avuta a 16 anni

E’gennaio 1903 quando Padre Pio (1887-1968), giovane aspirante frate, ha una delle visioni più importanti della sua vita: quella in cui gli viene annunciato che lotterà fino alla morte contro il diavolo. ...

Leggi tutto...
 
“Amorth chiamava il diavolo “cretino”. Ho assistito ad alcune guarigioni”

“Amorth chiamava il diavolo “cretino”di Gelsomino Del Guercio

Un "ritratto" inedito e sconosciuto di Don Gabriele Amorth. Lo ha fatto la sua più stretta collaboratrice, Angela Musolesi

Preghiere di liberazione, durata degli esorcismi, insulti, il rapporto con Medjugorje: un inedito Don Gabriele Amorth, raccontato “senza censure” da chi lo conosce bene, cioè dalla sua più stretta collaboratrice. ...

Leggi tutto...
 
DIFFICOLTA’ NEL CREDERE AGLI ANGELI Di don Marcello Stanzione

DIFFICOLTA’ NEL CREDERE AGLI ANGELIAlmeno sino all’inizio degli anni ‘70 del secolo scorso, in un clima sociale come quello dell’Italia in cui la fede cattolica era un aspetto comune dell’esistenza della grande maggioranza delle persone e delle istituzioni, gli angeli avevano indiscutibilmente la loro pacifica collocazione. Eccetto il caso di coloro che, soprattutto per motivi politici, professavano un rigido materialismo, per la stragrande totalità era normale considerare Dio creatore delle realtà visibili e invisibili, e con ciò si intendeva gli angeli buoni da invocare e quelli cattivi o diavoli da cui proteggersi. ...

Leggi tutto...
 
LA PIA MORTE DI SANTA PAOLA Di don Marcello Stanzione

Santa PaolaIl monaco fedele alla sua vocazione ricorda a tutti gli uomini che non furono fatti per la terra, che questa vita non è la vita; è un segno vivo di escatologia. Se ha rinunciato a questo mondo, se è uscito da esso, è per entrare fin d'ora in qualche modo nel mondo di Dio e degli angeli. Impegnato senza smettere nella salmodia, nella preghiera e nella meditazione della Sacra Scrittura; contemplando nella natura il riflesso della perfezione di Dio; ...

Leggi tutto...
 
PERCHE’ TUTTI I CRISTIANI DEVONO IMITARE GLI ANGELI Di don Marcello Stanzione

PERCHE’ TUTTI I CRISTIANI DEVONO IMITARE GLI ANGELIIl tema sulla vita angelica in terra non si applica esclusivamente ai monaci e nemmeno ai religiosi in generale. È sufficiente ricordare, per convincersi di questo, che si tratta di un ideale molto più antico del monachesimo primitivo. Esso è già abbozzato nel Nuovo Testamento. Dice infatti San Paolo di tutti i cristiani: "Siamo cittadini del cielo" (Filippesi 3, 20) e che la Gerusalemme di sopra […] "è nostra madre" (Galati 4,26); ...

Leggi tutto...
 
L’enneagramma e l’aromaterapia Don Marcello Stazione e Angie Tatiana Giraldo
L’enneagramma e l’aromaterapia
Don Marcello Stanzione e Angie Tatiana
 
Padre Pio le appare in sogno e annuncia la sua guarigione

Padre Pio le appare in sogno e annuncia la sua guarigionedi Gelsomino Del Guercio

Numerose testimonianze di sogni premonitori

Sono molto numerosi i fedeli che sostengono di avere avuto in sogno una premonizione dal frate cappuccino San Pio da PietrelcinaDon Marcello Stanzione ha indagato questo universo onirico nel libro “Nel cuore della notte Dio ci parla” (Mimep Docete). ...

Leggi tutto...
 
A CHE SERVONO GLI ANGELI? Di don Marcello Stanzione

A CHE SERVONO GLI ANGELI?Dio fece i Suoi Angeli spiriti”, afferma il salmista (Salmo 103.4).

Un vecchio catechismo della Chiesa cattolica (Grande Catechismo di San Pio X, ) insegnava una volta che un Angelo è una creatura intelligente e puramente spirituale. Egli non ha né volto né forme sensibili essendo un puro Spirito, creato da Dio per sussistere senza dovere essere unito ad un corpo. Questa qualità spirituale fa, almeno, dell’Angelo un essere superiore a tutti gli uomini prigionieri della materia, ed al Cristo stesso, con la Sua Incarnazione, abbassato al di sotto della natura angelica di cui Egli era l’autore. ...

Leggi tutto...
 
LE COMUNICAZIONI ANGELICHE Di don Marcello Stanzione

LE COMUNICAZIONI ANGELICHEL'uomo, per comunicare, utilizza la parola, la scrittura, il gesto ed i segni. L’Angelo, non avendo corpo, non ha voce, ed anche quella che egli assume nelle apparizioni non è la sua. Egli non può in più né scrivere né comunicare con una qualsiasi gestualità, almeno secondo la sua natura angelica. E, nonostante ciò, San Paolo dichiara: “Quando anche io parlerei le lingue degli Angeli e degli uomini, se io non ho la carità, io non sarei che un timpano sonoro, un cembalo risuonante” (1^ Lettera ai Corinzi 13,1). ...

Leggi tutto...
 
IL CANTO DEGLI ANGELI E DEI MONACI Di don Marcello Stanzione

IL CANTO DEGLI ANGELI E DEI MONACIGli angeli sono, nello stesso tempo, modelli e maestri di preghiera per il monaco. Nulla di strano quindi che si riconoscesse loro un certo contributo nella formazione dell’ufficio divino. quelli che desiderano fare vita angelica in questo mondo, ed imitare le gerarchie del cielo, devono dedicarsi in modo particolare non solo alla contemplazione di Dio, ma anche alla sua gloria; anche se è impossibile contemplare Dio senza adorarlo, senza benedirlo, senza lodarlo, senza irrompere in azioni di grazia. ...

Leggi tutto...
 
CONTEMPLATIVI A IMITAZIONE DEGLI ANGELI Di don Marcello Stanzione

CONTEMPLATIVI A IMITAZIONE DEGLI ANGELIGesù, nel Vangelo, lo ha insegnato chiaramente: “Attenti a non disprezzare nessuno di questi piccoli, perché in verità vi dico che i suoi angeli vedono continuamente in cielo il volto di mio Padre, che è nei cieli” (Matteo 18, 10). Gli angeli contemplano ininterrottamente Dio. E non solo quelli che gli stanno intorno e formano la sua corte, ma anche coloro che sono mandati ad altri ministeri. ...

Leggi tutto...
 
LE TATTICHE DIABOLICHE CONTRO I SANTI MONACI Di don Marcello Stanzione

LE TATTICHE DIABOLICHE CONTRO I SANTI MONACILa vita del monaco nel deserto è essenzialmente lottare con i demoni. Le fonti monastiche più antiche sono chiare su questo punto. “Quando i demoni vedono i cristiani, e in particolare i monaci, sforzarsi e progredire nell'ascensione spirituale”- spiegava Sant'Antonio – “subito li investivano e tentavano, mettendo ostacoli per sbarrargli il cammino”. La sua strategia è ricca; i suoi attacchi saggi e molto vari. Formando un vero esercito, con il suo quadro comandi e la sua rigida disciplina militare, numerosi come la sabbia del deserto, tutti i diavoli sanno quale è il loro grado, la loro specialità è la guerra contro i soldati di Cristo. ...

Leggi tutto...
 
La stregoneria esiste ancora oggi. Si chiama Wicca e attira molti giovani

La stregoneria esiste ancora oggi. Si chiama Wicca e attira molti giovani

di Gelsomino Del Guercio

La forma moderna della stregoneria è chiamata “Wicca” dalla contrazione del termine inglese «witchcraft» (stregoneria)

Le streghe non sono scomparse, la stregoneria non è un fenomeno estinto. Le pratiche che ancora oggi attirano migliaia di giovani sono riportato da Don Marcello Stanzione, nel libro “Inchieste sul diavolo” (Mimep Docete) ...

Leggi tutto...
 
A tavola con l’Enneagramma - Riflessioni sulla nutrizione in più dimensioni
A tavola con l’Enneagramma - Riflessioni sulla nutrizione in più dimensioni
Don Marcello Stanzione e Angie Tatiana
 
Il vescovo di Pompei e quell’aggressione notturna del demonio

Il vescovo di Pompei e quell’aggressione notturna del demonio

 Di GelsominoDel Guercio

Venerabile dal gennaio 2022, con decreto firmato dal Papa, mons. Toppi, storico pastore diocesano del Pontificio Santuario di Pompei, lo ha confessato all' ex esorcista Padre Angelico Moccia

Per chi avesse dubbi sulla reale entità di un assalto del demonio, la “confessione” del “neo” venerabile vescovo di Pompei, mons. Francesco Saverio Toppi (1925-2007), può sciogliere più di un dubbio. L’aggressione che ha subito di notte dal diavolo è raccontata dall’eremita Padre Angelico Moccia, esorcista e suo ex collaboratore al Pontificio Santuario.  ...

Leggi tutto...
 
UOMINI ANGELIZZATI Di don Marcello Stanzione

UOMINI ANGELIZZATIIl cristiano che aspira alla perfezione, non può fermarsi su niente: allontana tutti gli ostacoli, rompe tutti i lacci che gli impediscono di correre verso la patria. San Giovanni Crisostomo ci invita a contemplare lo splendido esempio delle tre grandi figure di asceti: Elia, Eliseo e San Giovanni Battista, modelli di solitari, “vissero su questa terra come se vivessero in cielo, senza bisogno di pareti, né tetti, né letti, né tavoli, e nemmeno altri oggetti di altra specie, quando serviva loro il tetto, il cielo, il letto, la terra, il tavolo, l'isolamento, quello che per altri era causa di penuria, la sterilità nel deserto, era per quei santi uomini, fonte di abbondanza. ...

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 Pross. > Fine >>

Risultati 33 - 48 di 64

Traduttore

English Arabic Bulgarian Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Croatian Czech Danish Dutch Finnish French German Greek Italian Japanese Korean Norwegian Polish Portuguese Romanian Russian Spanish Swedish Catalan Filipino Indonesian Latvian Lithuanian Serbian Slovak Slovenian Ukrainian Vietnamese Albanian Estonian Galician Hungarian Maltese Thai Turkish Persian Afrikaans Malay Swahili Irish Welsh Belarusian Icelandic Macedonian

Stemma M.S.M.A.

Clicca qui per scaricare il nostro Stemma!

Statistiche Sito

Utenti: 73768
Notizie: 3312
Collegamenti web: 35
Visitatori: 243356558

Feed Rss