Menu Content/Inhalt
Home Page arrow News dal Vaticano arrow Verso il Forum Cattolico Islamico
Verso il Forum Cattolico Islamico PDF Stampa E-mail

Verso il Forum Cattolico Islamico Dal 4 al 6 novembre si terrà il primo incontro del Forum Cattolico Islamico, nato dalla lettera aperta "A Common Word", indirizzata un anno fa al Papa e ad altri leader cristiani da 138 esponenti musulmani. Il tema generale è "Amore di Dio, amore del prossimo", e annessi ci sono altre due temi: "Fondamenti teologici e spiritituali" e "dignità umana e rispetto reciproco". L'agenda del seminario è stata fissata lo scorso marzo da due delegazioni riunite a Roma. Ma hanno preceduto il prossimo Forum romano numerosi alti incontri cristiano-islamici. L'ultimo si è tenuto a Instanbul tra il 24 e il 25 ottobre su "le relazioni tra la ragione e la fede nell'Islam e nel cristianesimo", organizzato dai frati cappuccini della Turchia, il Pisai (Pontificio Consiglio di Studi Arabo Islamici) e l'università turca di Marmara. Prima ancora, la Conferenza delle Chiese Europee (KEK) e dal Consiglio delle Conferenze Episcopali d'Europa (CCEE), al quale ...

... ha partecipato il cardinal Jean Pierre Ricard. Già al sinodo, Ricard aveva lanciato l'idea di una "sorta di Concilio Vaticano II" del mondo islamico, ovvero di un processo da parte dei musulmani che porti a un cammino simile a quello che ha portato la Chiesa cattolica, negli ultimi due secoli, ad "accogliere le vere conquiste dell'illuminismo, i diritti dell'uomo e specialmente la libertà della fede e del suo esercizio".

Ha insistito moltissimo sulla libertà religiosa, e ha sottolineato che essa non deve restare chiusa nell'intimo perché "ha una dimensione sociale". E ha aggiunto: "La libertà religiosa comporta il rispetto della libertà di coscienza: la possibilità di aderire liberamente a una religione o di abbandonarla. So che questo è un problema sensibile per un buon numero di musulmani. Ma io credo che una piena integrazione nella società europea implichi questa libertà, così come è necessario che il principio di libertà religiosa abbia valore reciproco, sia valido cioè tanto in Europa come nei Paesi musulmani".

Un concetto cui si è insistito anche nel Sinodo sulla parola di Dio. Julian Carron, leader di Cl e portavoce di uno dei circoli minori di lingua spagnola, ha espresso la preoccupazione dei vescovi del suo gruppo per un dialogo con l'Islam che non prescinda da una richiesta precisa ai musulmani di rispettare i diritti umani, e in particolare le donne.

Articolo del dott. Andrea Gagliarducci ( Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo )

 
< Prec.   Pros. >

Traduttore

English Arabic Bulgarian Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Croatian Czech Danish Dutch Finnish French German Greek Italian Japanese Korean Norwegian Polish Portuguese Romanian Russian Spanish Swedish Catalan Filipino Indonesian Latvian Lithuanian Serbian Slovak Slovenian Ukrainian Vietnamese Albanian Estonian Galician Hungarian Maltese Thai Turkish Persian Afrikaans Malay Swahili Irish Welsh Belarusian Icelandic Macedonian

Statistiche Sito

Utenti: 52626
Notizie: 2793
Collegamenti web: 36
Visitatori: 166099826
Abbiamo 1 visitatore online

Feed Rss