Menu Content/Inhalt
Home Page arrow Angelologia arrow I nove Cori Angelici
I nove Cori Angelici PDF Stampa E-mail

I nove Cori AngeliciCi occorre cercare nella Scrittura stessa l'indicazione di una specie di distinzione nel mondo angelico o di gerarchia che sfocerebbe nei "nove cori degli Angeli" di cui Sant'Ambrogio parla per la prima volta nel IV secolo. Quando San Paolo nelle sue lettere fa riferimento a tradizioni rabbiniche parlando di Arcangelo (1 Tess. 4,16), di Principato, Potenza, Virtù, Dominazione (Ef. 1,21), titoli ai quali si aggiunge quello dei Troni (Col. 1,16), è per affermare che Cristo con la sua stessa divinità domina ogni creatura angelica per quanto perfetta la si possa immaginare, e che "tutto è stato creato da lui e per lui". Insegnamento prezioso non solamente per dare a Cristo il posto che è il suo ma per distinguere il mondo angelico, interamente in potere del suo Creatore, dal mondo degli spiriti, demoni ed altri semidei; essi agiscono per loro proprio conto, e talvolta in rivolta vittoriosa contro le divinità più potenti delle leggende pagane. La devozione agli angeli  ripartì gli spiriti celesti in nove cori, unendo ...

... i cherubini ed i serafini alle potenze angeliche provviste dei sei titoli prestigiosi già enumerati dall'Apostolo Paolo ed aggiunse come ultimo coro gli Angeli senza particolare titolo.

RIFERIMENTI BIBLICI:

Genesi 3,24 : Cherubini
Isaia 5,2 : Serafini
Ezechiele 10,3 : Cherubini, Troni
Daniele: miriadi angelici, Gabriele e Michele
Tobia: Raffaele
2 Maccabei: Eserciti celesti, Michele
1 Tessalonicesi 4,16: Arcangelo
Romani 8,38: Angeli, Principati, Potenze
1 Corinti 15,24: Principati, Dominazioni, Potenze
Efesini 1,21: Principati, Potenze, Virtù, Signorie o Dominazioni
Efesini 3,10: Dominazioni e Potenze celesti
Efesini 6,12: Principati e Potenze
Colossesi 1,15: Troni, Dominazioni, Principati, Potenze
Colossesi 2,10: Principati e Potenze
Colossesi 2,15: Principati e Potenze
1 Pietro 3,22: Angeli, Principati, Potenze
Giuda 9: Arcangelo Michele
2 Pietro 10,11: le Glorie
Ebrei 12,22: truppa innumerevole di Angeli
Apocalisse: i sette Angeli, Michele, i Vegliardi, ecc....

CLASSIFICAZIONI DEGLI ANGELI: Secondo San Tommaso d'Aquino, è in una maniera gerarchica, graduata ed ordinata che la luce divina è comunicata agli Angeli, dalle prime gerarchie fino alle ultime. "La parola <<gerarchia>> significa <<Principato sacro>>; la parola <<principato>> comprende due cose: il principe stesso e la moltitudine ordinata sotto di lui. Il "Principato sacro", inteso nel suo pieno significato e perfetto, designa tutta la moltitudine delle creature ragionevoli e chiamati a partecipare alle cose sante sotto il governo unico di Dio, Principe supremo e Re sovrano di tutta questa moltitudine". Nessuna classificazione uniforme nella Chiesa sui nove cori degli Angeli. Quelle di Dionigi l'Areopagita e del papa san Gregorio rimangono il riferimento.

Classificazione di Dionigi l'Areopagita (VI secolo)

Serafini - Cherubini - Troni
Dominazioni - Virtù - Potenze
Principati - Arcangeli - Angeli

Classificazione del papa San Gregorio (VI secolo)

Serafini - Cherubini - Troni
Dominazioni - Principati - Potenze
Virtù - Arcangeli - Angeli

Classificazione di Sant'Ambrogio (Vescovo di Milano, IV secolo)

Serafini - Cherubini - Troni
Principati - Dominazioni - Potenze
Virtù - Arcangeli - Angeli

Classificazione di Jan Van Ruysbroec (XIV secolo)

Serafini - Cherubini - Troni
Dominazioni - Potenze - principati
Virtù - Arcangeli - Angeli

Classificazione dei cristiani ortodossi orientali

Serafini - Cherubini - Potenze
Principati - Troni - Magistrati
Dominazioni - Arcangeli - Angeli

Le letterature ebraiche ed apocrife propongono altre classificazioni. Clemente di Alessandria distingue sette cori. La pietà popolare ne ha anch'essa trattenuti sette per molto tempo. Termini variabili della gerarchia: Dominazioni = Signorie; Principati = Arconti; Potenze = Autorità (il termine Potenze è anche associato alle Virtù).

RAPPRESENTAZIONI: La Prima Gerarchia: Serafini - Cherubini - Troni. Essa rappresenta Dio nelle sue perfezioni intime: ardente amore, viva luce, inalterabile santità. La Seconda Gerarchia: Dominazioni - Virtù - Potenze. Essa rappresenta Dio nella sua sovranità sulle creature: potere senza limiti, forza irresistibile, giustizia immutabile. La Terza Gerarchia: Principati - Arcangeli - Angeli. Essa rappresenta Dio nella sua azione: saggio governo, sublimi rivelazioni, costanti testimonianze di bontà.

Don Marcello Stanzione

 
< Prec.   Pros. >

Traduttore

English Arabic Bulgarian Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Croatian Czech Danish Dutch Finnish French German Greek Italian Japanese Korean Norwegian Polish Portuguese Romanian Russian Spanish Swedish Catalan Filipino Indonesian Latvian Lithuanian Serbian Slovak Slovenian Ukrainian Vietnamese Albanian Estonian Galician Hungarian Maltese Thai Turkish Persian Afrikaans Malay Swahili Irish Welsh Belarusian Icelandic Macedonian

Statistiche Sito

Utenti: 52455
Notizie: 2785
Collegamenti web: 36
Visitatori: 163952959
Abbiamo 3 visitatori online

Feed Rss