Menu Content/Inhalt
Home Page arrow San Michele Arcangelo
San Michele Arcangelo
Potenti Ausiliari di San Michele PDF Stampa E-mail

Potenti Ausiliari di San MicheleE' ai nostri piccoli lettori, ai pii fanciulli dei Santi Angeli, che dedichiamo particolarmente queste righe. Vogliamo dire loro che essi possono essere, con le loro preghiere, dei potenti ausiliari di San Michele e degli Angeli, nella terribile lotta di Satana contro la Chiesa. Voi sentite parlare, cari fanciulli, della grande pietà che esiste nel regno di Francia, come già diceva una volta Giovanna d'Arco, o meglio, della guerra satanica degli empi contro la religione, e voi dite forse nell'opinione della vostra debolezza: "Che cosa possiamo farci? I cattivi sono così numerosi, così forti, e noi siamo così piccoli!". Esattamente perché siete piccoli, e che i cattivi sembrano non temervi, che voglio dirvi quanto siete forti, quanto San Michele, capo dell'esercito celeste, e gli Angeli contano su di voi. Sì, cari fanciulli, voi siete forti, potentissimi contro il demonio ed i suoi accoliti, poiché avete in mano un'arma invincibile: quest'arma è la preghiera.

Leggi tutto...
 
Qui ut Deus ! PDF Stampa E-mail

Qui ut Deus !Dopo l'adorabile nome di Gesù, "che fa flettere ogni ginocchio in cielo, sulla terra e negli inferi"; dopo il nome soave e benedetto di Maria, profumo di salvezza da cui esala la grazia divina, dice Sant'Ambrogio, è il nome più degno di rispetto quello del glorioso principe delle celesti falangi ? Michael o Michele significa: Chi è simile a Dio? Quis ut Deus? MICHAEL è un nome di potenza e di vittoria. Come un re nobilita sul campo di battaglia il generale che ha validamente combattuto per la sua causa, così Dio ha voluto che il grido di guerra, il grido di umiltà e di amore del valoroso arcangelo contro Satana, diventi suo titolo di nobiltà. A questo nome di Michael , a questa parola folgorante: Quis ut Deus? L'orgoglioso Lucifero e la sua truppa ribelle caddero, rapidi come il fulmine, nell'abisso scavato dalla vendetta divina. Michael! Chi è come Dio? Nome sublime, dice il cardinale Desprez, che racchiude tutto il culto che la creatura deve al suo Creatore, nome che contiene in sostanza gli atti di Fede, di Speranza, ...

Leggi tutto...
 
San Camillo de Lellis e San Michele PDF Stampa E-mail

San Camillo de Lellis e San MichelePer volere del padre Camillo De Lellis, nato il 25 maggio 1550 a Bucchianico in provincia di Chieti, si avvicinò alla carriere delle armi: la sua non era certo una passione. I suoi unici interessi sembravano essere i soldi e i modi più diversi per procurarseli. Combattere al servizio di qualche potente non era una garanzia di ricchezza: i soldi erano pochi, ma relativamente facili e in fondo la vita militare, tra una battaglia e l’altra, non era poi così malvagia. Locande dove il vino scorreva a fiumi, donzelle che non mostravano alcun podere nel rendere gli altri partecipi delle proprie grazie. Così Camillo partì alla volta di Venezia insieme a suo padre, abbandonando l’Abruzzo che gli aveva dato i natali. Sfortunatamente il padre, da sempre guardato come modello di virilità, morì prima di arrivare a destinazione, facendo solo in tempo a lasciargli in eredità la propria spada. Ma in Camillo non albergavano né il senso dell’onore, né l’amor patrio: una spada era solo e pur sempre una spada. Così rimase solo, ... 

Leggi tutto...
 
San Giovanni Battista de La Salle devoto a San Michele PDF Stampa E-mail

San Giovanni Battista de La Salle devoto a San MicheleSan Giovanni Battista de La Salle (1651-1719) è il Fondatore dei Fratelli delle Scuole Cristiane, laici consacrati con i voti all’insegnamento scolastico e alla catechesi dei giovani, nominato da Pio XII nel 1950 patrono universale degli Educatori cristiani. Il santo  era il primo di dieci figli, dei quali tre divennero sacerdoti e una religiosa. Dopo l’ordinazione sacerdotale conseguì il dottorato in teologia. La sua vita era avviata all’insegnamento accademico, ma una serie di coincidenze lo introdussero nell’ambiente della scuola per i ragazzi poveri, dove colse due realtà per lui importanti. Anzitutto, l’importanza di dare una formazione integrale a tutti i ragazzi, specialmente ai più poveri, e poi di preparare maestri all’altezza della loro missione, sia dal punto di vista intellettuale e pedagogico che sotto il profilo spirituale. Gradualmente tra mille difficoltà ed incomprensioni si fece strada in lui l’idea di formare una nuova congregazione di laici consacrati a Dio nell’apostolato ...

Leggi tutto...
 
San Giuda Taddeo e l’Arcangelo San Michele PDF Stampa E-mail

San Giuda Taddeo e l’Arcangelo San MicheleSan Giuda Taddeo fu uno dei dodici apostoli da non confondere con l’omonimo detto Iscariota, il traditore. Il suo soprannome al contrario viene dal siriaco e significa “dal petto largo” ossia “magnanimo”. Nacque a Betlemme, coetaneo di Gesù, al quale somigliava moltissimo perché era suo consanguineo, amava mostrarsi in giro con una tavoletta appesa al collo in cui era rappresentato il Messia. Pare fosse Suo cugino carnale perché era figlio di Alfeo, fratello di San Giuseppe e di Maria di Cleofa, una delle Tre Marie presenti sotto la croce di Cristo, cugina della Vergine Maria. Nel Vangelo di Matteo (13,55) e di Marco (6,3) viene riportata un’identica frase in cui Giuda viene addirittura presentato come fratello di Gesù ma probabilmente il termine non deve intendersi in senso letterale quanto piuttosto metaforico. Secondo Eusebio di Cesarea poi Taddeo potrebbe essere identificato con lo sposo delle nozze di Cana. L’unico episodio evangelico in cui troviamo con certezza la figura ... 

Leggi tutto...
 
San Leone Magno e San Michele PDF Stampa E-mail

San Leone Magno e San MicheleIl papa Leone I fu acclamato Magno cioè il grande per aver saputo affermare con energia il primato della sede petrina proprio in un momento molto complesso e difficile per le sorti del Cattolicesimo. Gli valsero tale riconoscimento anche le capacità diplomatiche con cui riuscì a placare le tensioni all’interno della Chiesa e la fermezza con cui fronteggiò condottieri sanguinari e temibili come Attila, re degli unni, da l papa convinto a ritirarsi dall’Italia e a tornare in Pannonia, e poi Genserico, capo dei Vandali da cui almeno riuscì ad ottenere che non ci sarebbero state stragi di cittadini inermi, che le basiliche sarebbero state risparmiate dal saccheggio e che la Città eterna non sarebbe stata incendiata.  Secondo il Liber pontificalis era di origine toscana, probabilmente di Volterra. Iniziò la carriera ecclesiastica a Roma al tempo di papa Celestino I, raggiungendo una posizione eminente in seno al clero romano; fu arcidiacono sotto Sisto III. Mentre si trovava in Gallia alla guida di una legazione romana ... 

Leggi tutto...
 
San Michele appare sul monte Tomba PDF Stampa E-mail

San Michele appare sul monte TombaCome il sangue dei cristiani non colò più sotto il ferro delle persecuzioni, la Chiesa uscì dalle catacombe e sviluppò rapidamente la sua opera riparatrice, soprattutto in mezzo ai popoli nuovi che Dio scelse per distruggere la società degradata e corruttrice della Roma pagana. La Chiesa prese queste orde barbare, queste nature fiere e generose, le curvò davanti alla croce, le assoggettò con le prescrizioni evangeliche, e ne formò degli apostoli ardenti della verità e della fede. Nel VIII secolo, il paganesimo finiva con lo scomparire in mezzo ai popoli dell'Occidente, e faceva posto al regno di Gesù Cristo sul mondo barbaro trasformato. Pare che per constatare questa presa di possesso definitiva, la Provvidenza abbia riservato a quest'epoca le apparizioni dell'Angelo della Chiesa.

Leggi tutto...
 
SAN MICHELE ARCANGELO IL DIFENSORE DEL POPOLO DI DIO PDF Stampa E-mail

SAN MICHELE ARCANGELO IL DIFENSORE DEL POPOLO DI DIOUna delle preghiere più semplici che si imparano da bambini è l’Angelo di Dio . La tradizione cristiana educa i piccoli a rivolgersi a una presenza discreta, ma assai prossima, quello dell’angelo, per chiedere qualche cosa di più dell’aiuto e della protezione: “[…] reggi, governa me” , si dice in questa preghiera , implorando l’angelo di essere la nostra guida. La teologia riserva grande interesse nei confronti degli angeli. E uno di loro, san Michele Arcangelo, è riconosciuto come uno dei tre patroni della Chiesa universale, insieme alla Beata Vergine Maria e a san Giuseppe. Nel Medioevo, il 29 settembre, memoria liturgica dell’Arcangelo, era un giorno festivo obbligatorio dedicato a san Michele. La considerazione, la venerazione e la devozione nei suoi confronti, è stata ribadita il 5 luglio 2013 quando papa Francesco, alla presenza del papa emerito Benedetto XVI, ha posto la città del Vaticano sotto la sua protezione con la benedizione di una nuova scultura, opera di un artista di Trani, in Puglia, città poco distante dal celebre santuario di San Michele al monte Gargano. ...

Leggi tutto...
 
San Michele Cavaliere di Dio PDF Stampa E-mail

San Michele Cavaliere di DioAh! si, ha ben funzionato, la D.C.A.! ... La D.C.A? ... Si! la "difesa contro gli Angeli"! ... perché chi dunque, in questi tempi nostri, osa ancora parlare degli Angeli? ... Sono, ben evidentemente, delle creature mitologiche, uscite direttamente da una coscienza collettiva, assimilate alle fate ed agli altri folletti che popolavano le leggende bretoni! Gli Angeli, ma non esistono! Ma allora, se gli Angeli non esistono, non ci sono né buoni né cattivi angeli ... non c'è il Demonio, dunque, niente tentatore, dunque, niente tentazione, dunque nessun peccato ... Da ciò, nessun bisogno di Redenzione, né di Redentore ...E poi, chi dunque sarebbe questo "personaggio vestito di bianco" che sarebbe venuto a trovare Maria, nel giorno dell'Annunciazione? ... La bestemmia non è lontana! Si, è stato molto sottile e molto forte, il Nemico, quello di cui BeaudelaIre diceva che la sua più grande astuzia era giustamente di far credere ch'egli non esisteva  ... egli è molto forte, e quante coscienze non ha  ...

Leggi tutto...
 
San Michele custode del Vangelo PDF Stampa E-mail

San Michele custode del VangeloDio che affidò a San Michele secondo i dottori, la promulgazione della sua legge, sul monte Sinai, ai figli di Israele, ha anche dato a questo potente Arcangelo la custodia delle Sacre Scritture e soprattutto del Vangelo, codice divino del cristiano, nuova legge di grazia, di amore, di misericordia, che il Salvatore è venuto sulla terra a portare agli uomini. Il nome Vangelo è, per una pregnante coincidenza, preso nella lingua greca dal nome stesso degli Angeli, esso significa, in effetti, buona novella, felice messaggio. Il Vangelo è, per eccellenza, il libro delle divine rivelazioni, libro sacro che deve durare più del cielo e della terra, e di cui non uno iota dovrebbe essere, dice San Paolo, cambiato o tolto, anche da un Angelo disceso dal cielo.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 81 - 90 di 122

Traduttore

English Arabic Bulgarian Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Croatian Czech Danish Dutch Finnish French German Greek Italian Japanese Korean Norwegian Polish Portuguese Romanian Russian Spanish Swedish Catalan Filipino Indonesian Latvian Lithuanian Serbian Slovak Slovenian Ukrainian Vietnamese Albanian Estonian Galician Hungarian Maltese Thai Turkish Persian Afrikaans Malay Swahili Irish Welsh Belarusian Icelandic Macedonian

Statistiche Sito

Utenti: 51585
Notizie: 2716
Collegamenti web: 36
Visitatori: 141512600
Abbiamo 3 visitatori online

Feed Rss