Menu Content/Inhalt
Home Page arrow San Michele Arcangelo
San Michele Arcangelo
Liturgia della Parola in onore di san Michele, di Carmine Alvino PDF Stampa E-mail

SAN MICHELE ARCANGELO IL DIFENSORE DEL POPOLO DI DIONel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen
Saluto del sacerdote
Atto penitenziale
La Scrittura descrive spesso la storia come teatro di una grande lotta, tra Dio e il male, tra i suoi angeli e Satana, l’avversario. La misericordia di Dio vinca ora quella lotta che combattiamo noi interiormente e ci riscatti dalle sconfitte del male e dell’odio ai quali spesso cediamo.
- Figlio di Maria, annunciato dall’angelo: Signore, pietà.
- Messia di Dio, consolato dall’angelo nel giardino degli ulivi: Cristo, pietà.
- Primogenito tra i morti, dall’angelo annunciato risorto: Signore, pietà.
Dio onnipotente abbia misericordia di noi, perdoni i nostri peccati e ci conduca alla vita eterna. ...

Leggi tutto...
 
Lo scultore Ovidio Melis espone i suoi disegni su San Michele al Meeting Angeli 2009 PDF Stampa E-mail

Lo scultore Ovidio Melis espone i suoi disegni su San Michele al Meeting Angeli 2009La quinta edizione del Meeting sugli angeli che si terrà all’abbazia di Santa Maria La Nova nel comune di Campagna lunedì 1 Giugno e martedì 2 Giugno vedrà anche una mostra di bozzetti e disegni sull’Arcangelo Michele, opera del famoso artista sardo Ovidio Melis. Recentemente il Melisha realizzato un bronzodi San Michele a cera persa che è stato collocato sulla pizzetta della ditta Vegetal-Progress di Torino. Intervistato su questo opera lo scultore così ha risposto per iscritto: “Per realizzare il simulacro di S. Michele quindi ho seguito il cuore, e il cuore di fronte ad un compito così a volte ti fa proprio male, non per la fatica, che certo a volte era estenuante o la paura di un imprevisto che potesse compromettere irreparabilmente  la fusione distruggendo il frutto di molti mesi di lavoro, sapendo che per me sarebbe stata la rovina; era come navigare nella tempesta, ogni giorno, sino al compimento dell’opera; quanto invece perché, quotidianamente, attimo ...

Leggi tutto...
 
L’Arcangelo Michele nella Sacra Scrittura PDF Stampa E-mail

L’Arcangelo Michele nella Sacra ScritturaIl nome Michele (Mikael) è l’espressione di tutta una frase ebraica che è composta da queste tre parti: Mi-Kha-El = Chi (è) come Dio? Che può essere definito come un urlo di battaglia in difesa dei diritti dell’Onnipotente Iddio. Nella nostra analisi considereremo solo i passi canonici della Bibbia dove è esplicitamente riportato il suo nome, per cui non analizzeremo gli altri brani della Bibbia dove non si parla esplicitamente dell’Arcangelo né gli scritti apocrifi. Il nome Michele appare cinque volte nella Sacra Scrittura e per la precisione tre volte nell’Antico Testamento, sempre nel Libro di Daniele e 2 volte nel Nuovo Testamento (Giuda e Apocalisse). Analizziamo brevemente questi cinque testi: 1°: Daniele 10, 13: “Ma il principe del regno di Persia mi si è opposto per ventun giorni: però Michele, uno dei primi principi, mi è venuto in aiuto ed io l’ho lasciato là presso il principe del re di Persia”; e un po’ più giù nello stesso capitolo. 2°: Daniele 10, 20-21: “Sai tu perché io sono venuto da ... 

Leggi tutto...
 
L’Arcangelo San Michele - Capo della Milizia PDF Stampa E-mail

L’Arcangelo San Michele - Capo della MiliziaL’Arcangelo San Michele è presso i cristiani il più universalmente citato e venerato in mezzo a tutte le creature celesti e terrene dopo la Vergine Maria, alla quale sarà spesso associato. Lo è a diversi titoli, concordemente con altri come messaggero del Signore, quasi solo come protettore delle anime e loro introduttore in Cielo, solo di fatto come capo della milizia celeste nella lotta contro Satana e gli angeli decaduti. Nella iconografia dell’Occidente, egli appare allora fin dall’inizio del Medio Evo, il più sovente da vincitore del Demonio: è così che egli domina gloriosamente il nostro Monte San Michele in Francia. Ma in abbastanza numerosi casi, curiosamente e quasi contraddittoriamente se lo si pensa, egli è anche il pesatore delle azioni e delle anime presso le quali sta per decidere la loro sorte, in principio abbastanza manicheo. Inferno o Regno degli eletti. Egli è allora in qualche modo come il sostituto del Giudice. Ed è in quest’ultimo ruolo, mai attestato nelle Scritture, ma spesso e ...

Leggi tutto...
 
L’immagineria micaelica PDF Stampa E-mail

L’immagineria micaelicaA partire dal  XII secolo il culto di San Michele si diffonde nel nostro paese in modo esplosivo. L’Arcangelo pesatore delle anime rimane per lungo tempo solo nelle rappresentazioni abbastanza ubique nel Midi, ma rare al Nord della Loira, frontiera d’altronde permeabile tra il romano ed il gotico che sta ben presto per comparire. In mezzo alle più notevoli, citiamo la prima in Francia su di un capitello della basilica della Daurade a Tolosa, poi a Santa Trofima di Arles in cui Ercole è associato alla scena e San Raffaele ugualmente in Provenza, i paesi dell’Ovest con Arces, Saujon, Aunay, Chouppes, il nodo correziano con Brive o Lagraulière in cui si nota al meglio la pesata individuale post mortem. Talvolta la raffigurazione della pesata si completa con la leggenda del Gargano, precocemente ad Auzon nell’Alvernia, più tardivamente nello stabile di Elne nel Rossiglione. Ben presto l’Arcangelo che pesa le anime si è incorporato all’Ultimo Giudizio, nelle differenti facciate ...

Leggi tutto...
 
L’imperatore Costantino e San Michele PDF Stampa E-mail

L’imperatore Costantino e San Michele Probabilmente pochissimi sanno che l’imperatore Contantino viene festeggiato come santo il 21 maggio dalle Chiese Cristiane d’Oriente. Vittorioso in Britannia, poi contro i Franchi e gli Alamanni, fu acclamato imperatore dalle legioni alla morte di Diocleziano. Ma a quell’epoca il sistema imperiale era tetrarchico, così Massimino e Massenzio si allearono contro di lui e Licinio. Costantino valicò le Alpi e batté i rivali a più riprese, sconfiggendo definitivamente Massenzio alla battaglia di ponte Milvio, nel 312. Morto Massimino, ben presto Costantino venne a contrasto con Licinio che batté più volte. Nel 324 rimase unico imperatore e portò la capitale a Bisanzio, che chiamò Costantinopoli. Ormai le dimensioni dell’Impero richiedevano uno spostamento di baricentro ( ed è anche probabile che Costantino volesse allontanare detto baricentro dal cuore del vecchio paganesimo). Ma la scelta, col tempo, finì per dividere in due l’Impero romano. Costantino morì nel 337 mentre marciava ... 

Leggi tutto...
 
Madre Clelia Merloni e San Michele PDF Stampa E-mail

Madre Clelia Merloni e San MicheleClelia Merloni nacque a Forlì il 10 marzo 1861 dal ricco industriale Gioacchino e da Teresa Brandelli e visse in un ambiente familiare precario a causa dei continui trasferimenti del padre da un posto all’altro per motivi di lavoro e per la morte prematura della madre. All’età di 33 anni vede in sogno la città di Viareggio a lei completamente sconosciuta ed il 24 aprile del 1894 insieme all’amica Elisa Pederzini decide di recarsi in quella cittadina. Ad esse si unirà poi Giuseppina D’Ingenheim ed insieme formeranno il primo nucleo delle suore “ Apostole del Sacro Cuore di Gesù”. A Viareggio furono accolte e sostenute dai frati minori della chiesa di sant’Antonio. Clelia, grazie alle finanze del padre, riuscì con le sue suore ad aprire diversi istituti di carità a Viareggio anche grazie all’aumento numerico delle sue religiose. Purtroppo dopo la morte del padre a causa di un’amministratore incapace, il denaro del padre andò in fumo e le suore dovettero abbandonare tutte le opere di Viareggio. ... 

Leggi tutto...
 
Madre Serafina di Pisa e l'Arcangelo San Michele PDF Stampa E-mail

Madre Serafina di Pisa e l'Arcangelo San MicheleIl 17 marzo 1699, oltre 310 anni fa, moriva a Capri la monaca carmelitana madre Serafina di Dio. Come scrive il prof. Raffaele Vacca nel suo bellissimo libro “ il mulino di Suor Serafina”, la monaca carmelitana fondatrice di 7 monasteri di clausura, di cui 2 a Capri: “ Dal tempo della sua morte terrena le virtù ed i meriti di Suor Serafina non sono stati dimenticati, anche se talvolta sono stati aggrediti da malevoli venti e rabbiose piogge, ed anche se, più spesso, sono stati avvolti da artificiali nebbie”. Quando, nel 1623, il mercante Niccolò Antonio Pisa lasciò i suoi affari a Napoli e se ne ritornò a Capri con la seconda moglie Giustina ed i figli, tra i quali c’era Prudenza che aveva due anni, essendo nata il 24 ottobre 1621, nell’isola c’erano due cappelle dedicate a San Michele. Una era a Capri, l’altra ad Anacapri. Entrambe erano poste su una rupe, Le congiungeva un’ideale diagonale. La cappella di Capri si trovava sulla collinetta di Cesina, dapprima chiamata Monte Sant’Angelo ... 

Leggi tutto...
 
Mercoledì 18 Febbraio 2009 ore 19 alla libreria Aldebaran: Conferenza su San Michele Arcangelo PDF Stampa E-mail

Mercoledì 18 Febbraio 2009 ore 19 alla libreria Oberdan: Conferenza su San Michele ArcangeloIl sacerdote salernitano don Marcello Stanzione, terrà il 18 febbraio alle ore 19 alla libreria Aldebaran in via Porta Elina 17/19 a Salerno una relazione sull’identità e la missione dell’arcangelo Michele. La conferenza sull’Arcangelo sarà tenuta anche a Roma il 13 marzo alle ore 20 alla libreria Asec, nei pressi del Panteon. In questa moltitudine incommensurabile di Spiriti Beati che circondano il trono di Dio o che eseguono le sue volontà, la Sacra Scrittura non rileva che tre nomi, quelli degli Arcangeli Michele, Gabriele e Raffaele. Questi nomi parlano da sé. Michele vuol dire "Chi è come Dio?", Gabriele "La Forza di Dio", Raffaele "Ia medicina di Dio". Questi tre personaggi della corte celeste sono qualificati arcangeli, come aventi una preminenza sui semplici angeli.  E per primo contempliamo San Michele.  Molti esegeti considerano San Michele come il Capo degli Angeli fedeli, in opposizione con Lucifero il Capo degli Angeli ribelli. L'Apocalisse in effetti ci dice: ...

Leggi tutto...
 
Michele il Cavaliere di Dio PDF Stampa E-mail

Michele il Cavaliere di Dio

Se la tradizione cristiana fa di Michele uno spirito più elevato nella gerarchia celeste di Raffaele e Gabriele, questi che si chiama il grande arcangelo è nominato nella Bibbia un po' più tardi dei suoi compagni. Ancora egli non si mostra: è un personaggio misterioso che parla di lui al profeta Daniele, designandolo come "uno dei primi capi" (Dn 10, 13). Egli apparirà. Splendido e vittorioso, solamente al termine del Sacro Libri, nell'Apocalisse. Come pure non è stupefacente che, sulla celebre icona della Madonna del Perpetuo Soccorso, San Michele presenta la spugna e la lancia della Passione di Cristo: egli è l'angelo che, in una prospettiva escatologica, annuncia il compimento perfetto delle Scrittura.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 61 - 70 di 122

Traduttore

English Arabic Bulgarian Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Croatian Czech Danish Dutch Finnish French German Greek Italian Japanese Korean Norwegian Polish Portuguese Romanian Russian Spanish Swedish Catalan Filipino Indonesian Latvian Lithuanian Serbian Slovak Slovenian Ukrainian Vietnamese Albanian Estonian Galician Hungarian Maltese Thai Turkish Persian Afrikaans Malay Swahili Irish Welsh Belarusian Icelandic Macedonian

Statistiche Sito

Utenti: 51582
Notizie: 2716
Collegamenti web: 36
Visitatori: 141420582
Abbiamo 1 visitatore online

Feed Rss